Dormire: i segreti per non sentire troppo caldo

0
55

Con l’arrivo dell’estate e delle giornate calde anche i pisolini si fanno bollenti. Ecco come dormire senza sentire troppo caldo

Quest’anno l’estate è arrivata con deciso anticipo rispetto alle attese. Già da metà maggio, infatti, in Italia si sono registrate temperature decisamente sopra la media, con la colonnina di mercurio che è arrivata anche a mostrare temperature intorno ai 40°.

(Pixabay)

Le giornate troppo calde e afose sono arrivate con largo anticipo quest’anno, facendoci assaggiare i primi giorni d’estate già da metà maggio. Ma con il caldo torrido sono arrivati anche i problemi notturni. Ecco, quindi, come dormire senza sentire troppo caldo.

Ecco come dormire senza sentire troppo caldo

Che sia di pomeriggio o a notte fonda, dormire durante l’estate può rivelarsi essere un problema piuttosto serio, soprattutto durante i periodi più caldi della stagione. Spesso il caldo afoso si ripercuote anche durante la notte, provocando in noi difficoltà a prendere sonno a causa del caldo intenso e della sensazione che anche il materasso sia diventato bollente.

Tra i consigli maggiormente utili per dormire nonostante il caldo afoso riguarda la corretta areazione delle camere del proprio appartamento, in particolare quella dove si dorme. L’errore, infatti, è quello di lasciare aperte le finestre tutto il giorno, in questo modo però l’aria calda entrerebbe in casa.

Dunque, è importante fare il ricambio d’aria solo durante le prime ore della mattina, quando questa risulta essere più fresca. Al contrario, è meglio chiudere le finestre durante le ore più calde, evitando che l’aria fresca raccolta durante il giorno venga riscaldata dall’aria esterna.

(Pixabay)

Inoltre, un consiglio è quello di utilizzare i tessuti di cotone. Durante l’estate, infatti, il cotone è molto utile in quanto consente una corretta traspirazione e non trattiene l’aria e il calore. Nelle ore della notte, quando vogliamo concederci il giusto riposo, potremmo provare a riempire la borsa dell’acqua dopo averla tenuta in freezer per alcune ore e lasciarla all’interno del letto o addirittura tenerla vicino al corpo nelle ore più calde.

In ultimo, il consiglio più utile è quello di non mangiare cibi troppo pesanti durante la giornata (soprattutto qualche ora prima di andare a letto). In questo modo aiuteremo il nostro corpo a restare più leggero e a sudare molto meno.