Il marito ha 63 anni, Antonella diventa mamma per la prima volta a 58 anni

Fonti ed evidenze: Skytg24, Repubblica

E’ successo a Brindisi, nell’ospedale Perrino, dove la donna originaria di Ostuni ha messo al mondo Ilaria, che pesa 2,3 kg e sta bene, come la mamma. 

Una notizia che ha portato gioia e felicità all’interno di tutto il reparto : “Ho trovato di fronte a me una donna molto coraggiosa –  ha confermato il primario del reparto di ostetricia e ginecologia Paolo Amoruso, ; una donna al tempo stesso determinata, che voleva assolutamente perseguire questo suo desiderio, coronare il sogno di diventare mamma”.

Diventa mamma a 58 anni ANSA Filippo Venezia

Antonella, di Ostuni ed il suo compagno Mimmo, di Torre Santa Susanna, comune del Brindisino dove la coppia vive, hanno desiderato diventare genitori, affrontando la sfida dell’ inseminazione artificiale e del parto, nonostante l’età della donna, 58 anni. La mamma e la bambina, Ilaria, stanno bene e presto torneranno a casa. “La donna e la neonata sono in buone condizioni”, aveva confermato lo stesso primario subito dopo la nascita. Nonostante l’età della donna, la gravidanza e il parto sono andati per il meglio e in questo concorrono diverse componenti. Anche la componente psicologica, come detto, è stata importante. La donna è stata supportata dal marito, che ha 63 anni, e dal suo grande coraggio e determinazione. Ha voluto in tutti i modi portare avanti la cosa e che questo accadesse”. Un parto record che, per la sua buona riuscita, ha visto in campo tutta l’equipe del reparto di ostetricia. “Voglio sottolineare – dichiara il primario – la grande professionalità di tutto il reparto, espressa da tutto il personale, dalle operatrici sanitarie, agli infermieri, alle ostetriche, ai medici. Siamo una squadra coesa, che lavora con buoni risultati. È un reparto che funziona bene”. Di tutto questo – conclude il ginecologo – sono orgoglioso. Ma non è la prima volta che il medico segue una situazione di questo tipo. Due anni e mezzo fa, una 56enne della provincia di Lecce ha dato alla luce una femminuccia, “una bambina bellissima – ricorda – che chiama Tecla”. Cosa potrebbe accadere in gravidanze di questo tipo, con un’età avanzata? Il medico spiega in generale i possibili problemi e rischi, che in questo caso non ci sono stati o sono stati affrontati con un esito ottimale del caso.