Cavo del cellulare: così eviti che si rompe

I cavi dei cellulari possono rivelarsi particolarmente delicati, qualsiasi sia la marca o il modello smartphone corrispondente.

Le nuove tecnologie ci consentono di usufruire di dispositivi particolarmente potenti, capaci di mantenere il contatto con il resto del modo 24h su 24. Con il passare dei decenni, lo smartphone è divenuto parte integrante della routine della maggior parte degli essere umani: messaggistica, video, intrattenimento, musica – un solo cellulare consente di riempiere l’intero arco della giornata, rispettando le esigenze del proprietario.

Cavi del cellulare (Pexels)
Cavi del cellulare (Pexels)

Tuttavia, come ogni cosa, anche il progresso nella telefonia presenta alcuni svantaggi: i dispositivi e gli stessi accessori risultano sempre più delicati. Tempo fa, un semplice Nokia poteva durare anni, se non decenni; oggi, un IPhone trattato con cura può durare massimo cinque anni. Inoltre, i cavetti e le cuffiette – proprio come gli stessi modelli – si rompono sempre più facilmente. Ecco come porvi rimedio, vediamo insieme i dettagli.

Cavo del cellulare: ecco come evitare che si rompa

Prima di tutto, in commercio esistono dei cavi realizzati in materiali molto più spessi, in modo da diminuire il rischio di usura. Di conseguenza, se siete dei soggetti che tendono a rovinare dispositivi e accessori tecnologici molto velocemente, consigliamo di acquistare nei negozi specifici un cavo rafforzato. Un’alternativa potrebbe consistere nel rafforzare voi stessi l’estremità dell’alimentatore attraverso una comune molla: è sufficiente inserirla alla fine del cavetto (nel punto di contatto tra cavo ed alimentatore), in modo da evitare l’usura al suo interno.

Cavo del cellulare (Fastweb)
Cavo del cellulare (Fastweb)

Ricordatevi inoltre di avvolgerlo correttamente, lasciando sempre un paio di centimetri liberi in prossimità dell’estremità del cavo. Inoltre, sarebbe meglio evitare di continuare a muoverlo in modo da utilizzare il dispositivo collegato anche quando è in carica. Questo perché i fili al suo interno sono particolarmente sensibili e potrebbero danneggiarsi in seguito ad un movimento brusco.

Queste sono solo delle piccole e semplici accortezze che tuttavia si rivelano particolarmente utili nel momento in cui vogliamo far durare più a lungo gli accessori elettronici. Il progresso scientifico ha migliorato le prestazioni, ma anche trasformato smartphone e cavetti in strumenti molto più esposti a rischio usura e danneggiamento. Di conseguenza – in questi casi – occorre prestare maggiore attenzione.