Zucchine: sai che possono diventare velenose? Ecco quando

0
52

Le zucchine rappresentano uno degli ortaggi più amati e consumati, tuttavia – in alcune situazioni – potrebbero diventare tossici.

Tra gli ortaggi più consumati a livello globale non possiamo non fare riferimento alla zucchina. Il suo gusto dolce e delicato la rende perfetta per qualsiasi occasione e – soprattutto – per la maggior parte delle pietanze. Da condimento fresco per le insalatone estive, a ingrediente per arricchire la pasta, fino a diventare un gustoso contorno – le zucchine rappresentano l’ortaggio perfetto, amato anche dai più piccoli.

Zucchine (Pexels)
Zucchine (Pexels)

Eppure, proprio come tutti gli alimenti di origine vegetale ed animale, anch’esse possono danneggiarsi, marcire e – nei casi più gravi – diventare addirittura tossiche per l’organismo delle essere umano. Per questo motivo, occorre seguire qualche semplice accortezza e prendere coscienza di alcune particolari condizioni, sia nel momento dell’acquisto che per quanto riguarda la conservazione del prodotto a casa. Vediamo insieme i dettagli.

Zucchine: quando diventano tossiche?

Prima di tutto, occorre sfatare il mito secondo cui l’ortaggio di maggior qualità è quello più grande. In realtà, alcuni di questi perdono sapore, consistenza e sostanze benefiche se diventano eccessivamente maturi. Nel caso delle zucchine, se dovessero crescere eccessivamente a livello di grandezza, potrebbero diventare tossiche per il nostro organismo. Di conseguenza, cercate di scegliere sempre quelle di media grandezza nel momento in cui vi recate dal fruttivendolo per acquistarle.

In secondo luogo, bisogna prestare attenzione al luogo ove sono state coltivate: se ad esempio l’ortaggio dovesse crescere in prossimità delle piante di zucca ornamentali (non commestibili), potrebbe verificarsi una contaminazione di entrambi i prodotti. In particolare, la zucchine potrebbe assorbire la cucurbitacina – sostanza presente negli ortaggi ornamentali, principale responsabile della non commestibilità del prodotto coltivato.

Zucchina: tutto quello che c'è da sapere (Pexels)
Zucchina: tutto quello che c’è da sapere (Pexels)

Infine, un’ultima accortezza da seguire è relativa alle temperature: esporre la zucchina a temperature troppo elevate potrebbe comprometterne la composizione. Sostanzialmente, rischiamo che la struttura dell’ortaggio marcisca al suo interno, diventando ovviamente tossica per chiunque ne ingerisca una parte. Questo vale sia in fase di coltivazione che – successivamente – nel momento in cui le acquistiamo e dobbiamo quindi conservarle.

Per evitare di consumare una zucchina marcia oppure tossica basta assaggiarne una piccolissima quantità: se dovessimo avvertire un retrogusto amaro, occorre gettare immediatamente l’ortaggio. La zucchina infatti deve conservare il suo gusto dolce per essere considerata buona e soprattutto benefica per l’organismo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui