Pancia flaccida: con 30 minuti di questi esercizi sei in forma prima dell’estate

0
36

Sono necessari solo 30 minuti di allenamento per eliminare la pancia flaccida e poter sfoggiare un addome da urlo. Vediamo insieme i dettagli.

E’ giunta la stagione estiva, i maglioni larghi e i giacconi finiscono negli scatoloni per lasciare il posto ai vestiti estivi. Maniche corte, vestitini, pantaloncini e nientepopodimeno che costumi. Con l’innalzamento delle temperature infatti, sempre più persone decidono di passare il tempo libero sdraiate sul lettino in spiaggia. Come siamo messi con la prova costume?

Addominali (Pixabay)
Addominali (Pixabay)

Nell’eventualità in cui il vostro corpo non vi soddisfi e sentite quindi la necessità di intensificare gli allentamenti, vi proponiamo un work-out particolarmente intenso, la cui base sarà il Tabata. Approfondiamo insieme l’argomento nel prossimo paragrafo.

Work-out Tabata: 4 semplici esercizi in meno di 30 minuti

Prima di tutto, occorre sottolineare la base del Tabata, prendete il timer ed impostate i seguenti intervalli: lavorerete per 30s, vi riposerete per 10s e ripeterete questo intervallo per cinque volte, dopodiché passerete all’esercizio successivo. Una volta impostato il timer, potete procedere con l’allentamento, eseguendo quattro esercizi particolarmente intensi: jumping jack, skip, russian twist ed infine affondi laterali. Pronti?

L’esecuzione del primo esercizio è molto semplice: dovete semplicemente aprire e chiudere parallelamente le braccia. Parliamo di un movimento che vi permetterà non solo di tonificare tutti i muscoli del corpo, ma anche di perdere peso e bruciare progressivamente i grassi in eccesso. Una volta ultimato il primo esercizio rispettando gli intervalli, passate allo skip, la cui esecuzione è spiegata perfettamente nel tutorial.

E’ quindi il turno del russian twist: sedetevi a terra sul tappetino, piegate leggermente le gambe e portare la schiena l’indietro contraendo l’addome. A questo punto, tutto quello che dovete fare si riassume semplicemente nella rotazione del busto, prima a destra e poi a sinistra (o viceversa). Ricordatevi di usare esclusivamente i muscoli addominali per mantenervi in posizione, evitando di contrarre i muscoli del collo e del trapezio.

Infine, concludiamo con gli affondi laterali: mettetevi in posizione squat con addome e glutei contratti, dopodiché spostatevi prima a destra e poi a sinistra (o viceversa). Importante: ricordatevi di non superare mai la punta del piede con il ginocchio, questo per evitare di fare forza sulla rotula e rischiare un infortunio.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui