Reggiseno: lavali così non si rovineranno mai!

0
33

Il reggiseno è realizzato con materiali particolarmente delicati, lavaggio dopo lavaggio la struttura si danneggia. Ecco cosa bisogna fare.

In commercio esistono infinite varietà – per colore, fantasia, tessuto – in modo da poter conquistare anche i gusti più particolari ed esigenti. Tuttavia, i reggiseni non sono paragonabili agli altri capi di abbigliamento, in quanto in questo caso il lavaggio può risultare letteralmente deleterio per il mantenimento della struttura.

Reggiseno (Pexels)
Reggiseno (Pexels)

I reggiseni infatti sono realizzati con tessuti particolarmente delicati che comprendono al loro interno diverse parti aggiuntive, tra cui imbottitura, ferretto e spalline. Queste ultime possono rovinarsi o rompersi a seguito del lavaggio a caldo in lavatrice. Le alte temperature tendono ad ingrigire il colore, allentare ganci e balconcini, insomma dopo pochi mesi ci tocca acquistarne uno nuovo. Cosa bisogna fare quindi? Occorre prestare molta attenzione durante il lavaggio, ecco come va eseguito correttamente.

Reggiseno: come lavarlo correttamente

Prima di tutto, qualsiasi sia il tipo di reggiseno che avete acquistato, sarebbe meglio propendere per i lavaggi a mano con sapone neutro e delicato. In questo modo infatti riusciremo ad igienizzare profondamente il nostro capo intimo, senza rovinarlo con un lavaggio eccessivamente intenso. Inoltre, ricordatevi di far asciugare il reggiseno naturalmente, evitando assolutamente l’asciugatrice. Qualora non abbiate tempo di lavare a mano i vostri reggiseni, ecco come dovete impostare la vostra lavatrice.

Reggiseno (Pexels)
Reggiseno (Pexels)

In primo luogo, se il vostro reggiseno contiene spalline e imbottiture rimovibili, sarebbe meglio toglierle e lavarle a parte. A questo punto, agganciate i gancetti ed inserite il reggiseno dentro la lavatrice, impostando l’elettrodomestico in modo da ottenere un lavaggio a freddo. Utilizzate un sapone per capi delicati ed evitate l’ammorbidente. Dopodiché, procedete con l’asciugatura all’aria aperta.

Si tratta di poche semplici accortezze che possono tuttavia fare la differenza sulla durata del nostro reggiseno preferito. Ricordatevi inoltre di non lavarlo troppo spesso, questo per evitare che il tessuto possa ingrigirsi e perdere la maggior parte del colore. Basta davvero poco per permettervi di godere del vostro reggiseno preferito più a lungo. Questo vi consentirà di evitare di spendere cifre da capogiro in negozi per abbigliamo intimo una volta al mese.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui