Basilico: come averlo bello sul balcone

Ecco alcuni trucchi molto utili e facili da applicare per avere sul proprio balcone di casa un basilico sempre fresco e pulito

È tempo di primavera e, come ogni anno, in noi si risveglia la voglia di entrare in contatto con la natura e sentire di farne parte. Non è raro, infatti, voler iniziare a realizzare un orto o, più semplicemente, sistemare delle piantine sul proprio balcone.

(Pixabay)

È il caso del basilico. Meravigliosa pianta aromatica che spesso utilizziamo in cucina per dare un maggiore sapore ai nostri piatti. Tuttavia, non sempre sappiamo come trattare al meglio la nostra pianta in modo che non muoia: è proprio per questo che vogliamo mostrarti alcuni trucchi molto utili e facili da applicare per avere sul proprio balcone di casa un basilico sempre fresco.

Ecco come avere un basilico fresco e pulito

Come tutti sanno, il basilico è una delle piante aromatiche più utilizzate nella nostra cucina, ma non solo. Questa pianta, infatti, contiene numerose proprietà benefiche che possono dare un prezioso contributo al nostro organismo e all’ambiente circostante.

Il basilico, infatti, è ricco di oli essenziali ricchi di antiossidanti, ma è anche un’ottima pianta utile ad allontanare insetti fastidiosi, come le mosche. Inoltre, il basilico può essere utilizzato come antiruggine antipiretico, antinfiammatorio, e protettore dei vasi sanguigni.

Le sue numerose proprietà benefiche e la sua incredibile capacità di adattamento fanno del basilico una delle piante più utilizzate negli orti domestici o sui balconi delle proprie case. Non serve molto, infatti, per coltivare con successo il basilico: basta un’innaffiatura regolare e tanto sole.

(Pixabay)

Il consiglio per aver un basilico sempre fresco e pulito, infatti, è quello di posizionare la pianta in un posto particolarmente luminoso, come il davanzale della finestra o direttamente sul balcone. Inoltre, è importante fornire un’innaffiatura regolare, in modo da non fargli mancare mai acqua, preziosissima per la sua sopravvivenza.

Inoltre, è consigliabile trapiantare una pianta già cresciuta, in modo da avere subito dei risultati. In alternativa potrete piantare qualche seme in un vasetto domestico, ricordandovi di arricchire il terriccio con un po’ di compost e fare in modo che sul fondo vi sia un po’ di argilla espansa. Questo permetterà all’acqua di drenare, evitando fastidiosi ristagni.