Carta igienica: non la usare più, ecco l’alternativa

Contrariamente a quanto si possa pensare, a lungo andare l’uso della carta igienica può rivelarsi dannoso per l’organismo.

Quando parliamo della carta igienica, facciamo riferimento ad uno strumento utilizzato da secoli ormai, il cui obiettivo è quello di pulirci dopo aver usufruito del bagno. Di conseguenza, parliamo di qualcosa che fa parte della nostra quotidianità e che viene usato più di una volta al giorno. Tuttavia, bisognerebbe prestare attenzione ad alcuni fattori fondamentali.

Carta igienica (Pexels)
Carta igienica (Pexels)

Data la natura del suo utilizzo, in molti potrebbero dare per scontato che la lavorazione della carta igienica sia indicato per le parti intime, in modo da prevenire infezioni ed eventuali lesioni della zona. Tuttavia, benché estremamente morbida, il processo che la vede protagonista ha come base delle sostanze tossiche. La carta igienica infatti si ottiene attraverso una lavorazione intensa della carta, processo che utilizza cloro, biossido di cloro e candeggina (utile per ottenere il colore bianco).

A contatto con la pelle, queste sostanze possono causare irritazioni, infezioni e nei casi più gravi tumori – a causa della presenza di diossina nel prodotto. Di conseguenza, benché sia necessario pulirsi dopo aver utilizzato il bagno, bisognerebbe utilizzare dei metodi alternativi. Scopriamo insieme quali.

Carta igienica: non abusarne, ecco alcune soluzioni alternative

Prima di tutto, in commercio esistono dei prodotti biologici che prevedono una lavorazione con ingredienti naturali. In quel caso, vi basterà acquistare una confezione per testarla, in modo da assicurarvi di non essere allergici a nessuna componente. A quel punto, potete sostituirla alla classica carta igienica da supermercato che – come abbiamo visto – contiene sostanze altamente nocive per l’organismo.

Carta igienica (Pexels)
Carta igienica (Pexels)

Infine, un’altra alternativa sarebbe quella di usufruire del bidet dopo aver utilizzato la carta igienica. Questo vi permetterà di purificare ulteriormente la pelle e di eliminare quindi eventuali residui tossici rimasti sulla superficie. Si tratta di un passaggio fondamentale per la salute della zona che – come sappiamo – risulta anche particolarmente delicata. Nelle donne inoltre, il rischio è che le sostanze prima citate possano entrare letteralmente nel corpo, causando delle infezioni interne. Prevenire è meglio che curare e – dato il periodo storico che stiamo vivendo – limitare il consumo della carta igienica non solo gioverà alla vostra salute, ma anche all’interno pianeta.