Qualcuno prende di mira le auto parcheggiate male e le tappezza di biglietti pieni di insulti. La Polizia ha trovato il responsabile

0
518
Fonti ed evidenze: IlMessaggero,Il Mattino

Il 41enne dal 2020 lasciava bigliettini contro chi parcheggiava male ma non solo. Diversi anche gli atti vandalici.

Non sopportava le auto parcheggiate male e per questo aveva deciso di farsi giustizia da solo. Un uomo di 41 anni di Prato è stato fermato dalla Polizia Municipale locale dopo aver vandalizzato decine di macchine negli ultimi due anni. Il “giustiziere” dei parcheggi attaccava con una colla speciale sui finestrini delle vetture, bigliettini con messaggi e insulti agli automobilisti colpevoli di ostruire il traffico pedonale. I biglietti erano attaccati sulle auto in sosta in maniera da renderne difficoltosa la rimozione, arrivando a danneggiare i motori alza vetro delle vetture per danni di centinaia di euro.

ANSA

Il Comando di Polizia Municipale, a seguito di numerose segnalazione e denunce, ha fatto partire le indagini e ha attivato un servizio specifico di osservazione e controllo, sino a cogliere ieri mattina in flagranza l’uomo nel pieno della sua attività illecita”. Al momento del fermo il 41enne aveva con sé numerosi bigliettini, circa una sessantina e diversi anche tra loro in base all’infrazione. Ce ne sono scritti di tutti i tipi, “dal classico divieto di sosta sino ad arrivare all’occupazione dello stallo per i disabili. Tante le vittime ancora da identificare, molte delle quali non hanno sporto denuncia all’autorità. Il Comando di piazza Macelli invita chiunque è rimasto vittima dell’attività dell’uomo, e che può dimostrarlo, a presentare denuncia. L’uomo è stato denunciato per il reato di deturpamento e imbrattamento di cose altrui e gli sono state sequestrati colla, raschietto e i numerosi biglietti pronti all’uso per tipologia di infrazione”.