Bonus 200 euro: ecco a chi è esteso, varie categorie

Arriva per i cittadini un bonus di 200 euro ma, dopo alcune modifiche fatte dal governo, ci sarà un’estensione dei beneficiari. Ecco chi sono

La crisi economica continua ad aumentare, così come i livelli di povertà per molte famiglie italiane. Il caro energia, i costi delle bollette, la mancanza di materie prime e l’esplosione dei prezzi del carburante, ha fatto sì che il potere d’acquisto delle famiglie italiane subisse un durissimo colpo.

(Pixabay)

Proprio per questo, il governo ha deciso di stanziare un bonus di 200 euro per quelle famiglie particolarmente in difficoltà, in modo da permettere loro di affrontare le spese più importanti. Ma negli ultimi giorni, l’esecutivo guidato da Mario Draghi ha deciso di ampliare questa opportunità anche ad altre categorie. Ecco chi sono.

Ecco a chi è stato esteso il bonus di 200 euro

Il conflitto in Ucraina e i problemi economici da cui ne sono scaturiti, hanno dato un’ulteriore spinta alla crisi economica che stiamo attraversando. Un momento particolarmente difficile per cui il governo ha reso necessario lo stanziamento di un bonus di 200 euro per aiutare coloro che sono maggiormente in difficoltà,

L’esecutivo guidato da Mario Draghi, inoltre, ha voluto allargare la platea dei destinatari del sostegno economico. Ricordiamo che si tratta di un importo, il quale verrà erogato “una tantum”, introdotto con il Decreto Aiuti e riferito a coloro che hanno un reddito annuo inferiore a 35mila euro.

(Ansa/Ettore Ferrari)

In principio, il bonus era stato pensato per lavoratori, disoccupati e pensionati. Tuttavia, successivamente il governo ha deciso di ampliare la platea dei possibili beneficiari, estendendo l’indennità anche ad altre categorie, tra cui:

  • Percettori del reddito di cittadinanza;
  • Lavoratori autonomi;
  • Lavoratori stagionali;
  • Collaboratori domestici.

Il bonus verrà erogato direttamente sulla busta paga dei lavoratori da parte dell’INPS, nel periodo tra giugno e luglio. Stessa cosa avverrà per i pensionati, che vedranno erogato l’indennità direttamente sull’assegno pensionistico.

Per quanto riguarda, invece, i lavoratori autonomi non è ancora chiaro quale sarà la modalità predefinita, ma si pensa alla realizzazione di un apposito fondo per l’erogazione del bonus, il cui meccanismo verrà spigato nei giorni a venire. Dunque si attende la pubblicazione del decreto in gazzetta ufficiale, in modo da conoscere tutti i dettagli relativi al bonus di 200 euro e alla sua erogazione.