Frutta secca: mangiala così, rimarrai senza parole per la risposta

0
19

Come è meglio mangiare la frutta secca: al naturale oppure sarebbe meglio tostarla prima? Vediamo insieme qual è il metodo migliore.

La frutta secca è molto indicata se si sta seguendo una dieta. Infatti, i veri specialisti sono i primi a dire di mangiare uno spuntino a metà mattina e metà pomeriggio proprio con la frutta secca.

Ma qual è il metodo migliore per mangiarle, cioè andrebbero prima tostata oppure basta mangiarla al naturale?

Frutta secca: è meglio mangiarla al naturale o tostata?
Frutta secca: è meglio mangiarla al naturale o tostata? (Pixabay)

A questa domanda ha risposto direttamente il nutrizionista Flavio Pettirossi, che ha rilasciato un’intervista al sito GreenMe.

Per prima cosa ha affermato che il consumo delle mandorle, in primis, è aumentato notevolmente dato che “presentano un alto livello di nutrienti quali proteine, vitamine fra cui vitamina E, vitamina B1 (o riboflavina), vitamina B3 (o niacina), calcio, potassio, ferro, zinco , magnesio, fibre”.

Frutta secca: è meglio mangiarla al naturale o tostata?

Insomma, come abbiamo già accennato prima sono ottimi per chi sta seguendo una dieta, dato che hanno molte proprietà benefiche ed aiutano anche a tenere basso il colesterolo. E “svolgono anche un’azione antiossidante”.

E alla scelta se mangiarle crude o tostate, il nutrizionista consiglia altamente di mangiarle crude ed intere “perché molti dei nutrienti sono nel guscio e quindi togliendolo perdono importanti proprietà”.

Ed inoltre ha continuato a dire anche “Riguardo all’acido arachidonico presente nelle mandorle (ma anche nelle noci), si tratta di un acido grasso polinsaturo appartenente alla famiglia degli omega 6, indispensabile per alcune reazioni metaboliche”.

Il nutrizionista Flavio Pettirossi ha poi specificato che trattandosi di frutta secca è anche oleosa e quindi anche molto calorica. Per questo motivo, non bisogna mai superare la “porzione di 30 g”, vuol dire che si possono mangiare più di 25 – 30 mandorle”.

Anche lui specifica che chi sta a dieta, se mangiate tra due spuntini riescono anche a rallentare senso di fame.

Frutta secca: è meglio mangiarla al naturale o tostata?
“La mandorla è preferibile mangiarla cruda ed intera” (Pixabay)

Ma chi proprio non può mangiarle è chi soffre id calcoli renali, ma in generale ha anche affermato che “comunque, è importante non abusarne per evitare un aumento dell’infiammazione”.

Queste sono le indicazioni che da il nutrizionista Flavio Pettirossi per quanto riguarda la frutta secca, in particolar modo le mandorle.

E voi come preferite mangiarle: tostate oppure al naturale?

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui