Buchi alle orecchie che prudono? Come combattere le infezioni

0
16

Se senti prurito in prossimità dei buchi alle orecchie, potrebbe essere a causa di un’infezione: ecco come combatterla.

Gli orecchini e i piercing rappresentano uno strumento di espressione della propria personalità: alcuni infatti amano sfoggiare successivamente orecchini eleganti e raffinati, altri invece preferiscono lasciare libero sfogo al proprio animo rock con cerchi e fantasie dai toni del nero e del rosso. I piercing poi, sono realizzabili su tutto il corpo: dalle orecchie all’ombelico, dal naso alla bocca e così via.

Buchi alle orecchie: ecco come combattere il prurito (Pexels)
Buchi alle orecchie: ecco come combattere il prurito (Pexels)

La pratica dell’orecchino e del piercing consiste fondamentalmente nel realizzare un foro che attraversi la pelle, sostanzialmente abbiamo a che fare con una vera e propria ferita. Di conseguenza, la zona va trattata con acqua ossigenata e disinfettanti, ma soprattutto non bisogna mai toccare la parte con le mani sporche. Nell’eventualità in cui si dovesse cominciare ad avvertire prurito, potrebbe essere a seguito di un’infezione. Ecco come comportarsi in questi casi.

Buchi alle orecchie e piercing: come combattere le infezioni

Per prevenire le infezioni, prima di tutto occorre disinfettare la parte per 2/3 volte a settimana nel mese seguente alla realizzazione del buco. Inoltre, è importante lasciare per almeno due mesi l’orecchino utilizzato dall’esperto o dal farmacista – in modo da permettere alla ferita di rimarginarsi. Infine, ricordatevi di acquistare orecchini che non causino una stimolazione eccessiva della ferita, ossia che si possano incastrare tra i capelli oppure che possano agire negativamente durante la notte. In caso di infezione, ecco cosa dovete fare.

Buchi alle orecchie (Pexels)
Buchi alle orecchie (Pexels)

Prima di tutto, dovete rimuovere l’orecchino delicatamente e disinfettare la parte con acqua calda oppure con un antibatterico. A questo punto, fate bollire all’incirca 230ml di acqua e scioglietevi dentro 4 cucchiaini di sale, dopodiché passate l’acqua sulla zona con una garza di cotone, assicurandovi che la soluzione entri correttamente nel buco. Lasciatelo quindi respirare ed inserite un orecchino realizzato con acciaio chirurgico oppure argento.

Ricordatevi inoltre di ripetere la pratica ogni giorno fino al completo assorbimento dell’infezione, tenendo a mente che quest’ultima potrebbe essere causata dallo stesso materiale dell’orecchino. Per questo motivo, in questi casi, sarebbe meglio cambiarlo con uno acquistato direttamente in farmacia.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui