Ladispoli: il padre perde la testa, famiglia distrutta in pochi istanti

Fonti ed evidenze: romatoday, fanpage

Fabrizio Angeloni, al termine di una violenta litigata ha accoltellato sia la donna che la 17enne e poi ha tentato di togliersi la vita.

L’uomo, un geometra di 48 anni, ha accoltellato più volte la moglie e ha colpito con due fendenti la figlia, intervenuta per proteggere la madre. Poi ha tentato di uccidersi con una coltellata all’addome. È la dinamica del dramma familiare che è avvenuto a Ladispoli, comune del litorale a nord della provincia di Roma.

Ladispoli, accoltella moglie e figlia a Ladispoli ANSA/RICCARDO ANTIMIANI

È stata proprio la figlia Sofia a dare l’allarme del tragico accaduto: è riuscita a scappare, ferita, e a rifugiarsi in casa dei vicini. Quando i soccorritori sono arrivati, in casa c’era il padre, che aveva tentato di togliersi la vita con una coltellata all’addome, e sua madre Silvia, incosciente e gravissima. A ricostruire la dinamica dei fatti, sono stati i carabinieri di Civitavecchia. Dai primi riscontri è emerso che il padre non abitava più nell’appartamento da metà febbraio. La coppia era in fase di separazione e, da alcuni messaggi inviati dalla moglie ai suoi parenti, emergerebbe però che l’uomo ne fosse contrario. Fabrizio è un insospettabile, a suo carico non c’è alcun precedente per maltrattamenti in famiglia.

La faccenda è avvenuta poco dopo le 7 del mattino di giovedì 21 aprile, a rompere il silenzio delle palazzine che affacciano in via Milano, sono state urla in serie. L’uomo, che non avrebbe dormito nell’appartamento, le ha affrontate in bagno, accoltellandole per poi infliggersi successivamente un colpo all’addome. Sul posto si sono precipitate tre ambulanze e l’elisoccorso. In condizioni critiche è risultata fin da subito la la 47enne, insegnante in una scuola media di Ladispoli, moglie dell’aggressore; Operata appena arrivata all’Ospedale San Camillo.“‘Forza Silvia’, è la voce che si eleva dai professionisti dell’azienda ospedaliera , che stanno facendo di tutto per salvare la vita alla donna.

La figlia Sofia invece, di 17 anni, è stata stabilizzata e sedata dai medici del Bambino Gesù di Palidoro. Fabrizio invece, è stato portato al Policlinico Gemelli. Anche le sue condizioni sembravano drammatiche. Su di lui la procura di Civitavecchia sta indagando: è molto probabile che si sia trattato di un tentativo di omicidio – suicidio.

Bisognerà capire, una volta ricostruita la dinamica familiare, se il 48enne abbia voluto uccidere sia la moglie che la figlia, oppure se quest’ultima si sia trovata lì per caso.