Cellulare: ecco perché togliere il caricatore quando non si usa

0
23

Ci sono delle accortezze da prendere necessariamente per risparmiare. Ecco, quindi, perché togliere il caricatore quando non si usa

(Pixabay)

In questo periodo di intensa difficoltà economica, dovuta al caro energia e all’aumento vertiginoso dei costi delle bollette, è necessario avere delle accortezze in più per proteggere le nostre finanze e non rimanere con le tasche vuote. Ecco perché, infatti, è necessario stare attenti anche alle proprie abitudini.

Gli smartphone, infatti, sono dispositivi che utilizziamo praticamente tutti in ogni momento della nostra giornata. Dunque, abbiamo bisogno di fare attenzione alle abitudini sbagliate legate al loro utilizzo. Ecco, infatti, perché togliere il caricatore dalla presa di corrente quando non si usa.

Ecco perché togliere il caricatore dalla presa di corrente quando non si usa

I tempi che stiamo vivendo sono particolarmente difficili. Il caro energia, l’aumento dei costi delle bollette, la crescita dei prezzi del gas e il caro carburanti hanno fatto innalzare a livelli record i costi della vita, diminuendo vertiginosamente il potere d’acquisto dei cittadini italiani.

È importante, quindi, capire come agire e calibrare le proprie abitudini scorrette, in modo da far diminuire gli sprechi e, quindi, i costi delle bollette. Proprio per questo, infatti, vogliamo spiegarti perché togliere il caricatore del cellulare dalla presa di corrente quando non si usa.

Quando lasciamo attaccato alla presa di corrente il caricatore, dopo aver finito e staccato lo smartphone per la ricarica, questo consuma circa 0,25 Wh all’ora. Tradotto in termini monetari, vuol dire che ogni 1000Wh di energia vi è un costo di circa 0,25€ Per un consumo di 1€ di elettricità il caricabatterie dovrebbe rimanere attaccato al.la presa per circa 150 giorni.

(Pixabay)

Una buona notizia? Forse sì, ma in realtà sarebbe molto meglio evitare lasciare attaccato il caricabatteria attaccato alla presa. Proprio per questo, il caricabatteria andrebbe staccato dalla presa in quanto, anche se il consumo è minore, si tratta sempre di spreco di energia.

Ma non si tratta solo di questo, lasciare attaccato il caricabatteria alla presa, infatti, potrebbe surriscaldarlo e quindi rovinarlo. Questo potrebbe portarci a dover acquistare nuovamente un caricabatterie nuovo e, dunque, ad effettuare una spesa che si poteva evitare. Inoltre, un caricabatterie rovinato potrebbe usurare gravemente anche la batteria dello smartphone, con costi ancora più elevati.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui