Claudio Amendola e la confessione che non ti aspetti

Claudio Amendola e la confessione che non ti aspetti: le parole dell’attore, di nuovo protagonista su Rai 1 con Nero a metà.

L’amato attore romano è tornato di nuovo sul piccolo schermo con la nuova stagione di Nero a metà, apprezzata fiction poliziesca targata Rai; i nuovi episodi della serie hanno il compito di risollevare gli ascolti Rai, dopo le performance non brillanti di alcune fiction proposte di recente.

claudio amendola confessione
L’attore si confessa in una nuova intervista.

Intanto, sotto i riflettori è ritornato sicuramente Claudio Amendola, un nome che non ha di certo bisogno di presentazioni visti i successi ottenuti in carriera; in una recente intervista, l’attore si è lasciato andare ad una confessione forse inaspettata, eccola.

Claudio Amendola e la confessione che non ti aspetti: le sue parole

In una recente intervista al Corriere, fatta come si legge a distanza (con Amendola impegnato sul set della nuova fiction Il Patriarca) Amendola ha avuto modo di rispondere ad alcune domande sulla sua carriera parlando anche di qualcosa che gli dà veramente fastidio.

Sebbene Amendola ha rivelato di non avere social e non frequentare l’ambiente ‘vip’ , rimane molto deluso quando qualcuno lo descrive come arrogante e ‘coatto’. “[…] è capitato raramente ma è capitato, sono stato descritto come arrogante, coatto veramente. Non lo sono, lo faccio al cinema. Lo ritengo una calunnia e mi ferisce. Sono uno pacato e accondiscendente, fino a un limite che non permetto a nessuno di superare. Ho grande rispetto per il lavoro di tutti” risponde l’attore al Corriere.

claudio amendola confessione
Amendola impegnatissimo e di nuovo in tv con Nero a metà.

Amendola rivela poi di avere il rimpianto di non aver fatto Il bagno turco di Özpetek, anche se poi la sua carriera è stata ricchissima di successi; su Amazon Prime Video, è di recente arrivato anche con il film I cassamortari, che vede il coinvolgimento di Gabriele Arcangelo e anche della rockstar Piero Pelù.

Un periodo veramente ricchissimo di impegni per l’attore e regista, che possiamo ammirare in tv in questi giorni proprio con Nero a metà (di cui ha curato anche la regia per questa terza stagione); quello di Carlo Guerrieri, come rivela lui stesso, è un personaggio a cui è molto affezionato.