Covid: tutto sulla nuova variante, ecco cosa succede

0
42

Si chiama XE ed è la nuova variante Omicron che sta facendo tremare tutti a dimostrazione del fatto che il virus non ci ha ancora lasciati del tutto.

XE Omicron
XE Omicron
(@wearecpp)

Ne stiamo sentendo parlare spesso recentemente. Si tratta della nuova variante del virus Covid-19. Si chiama XE ed è la nuova variante Omicron che si sta sviluppando in questo ultimo periodo. L’OMS cerca di tracciare costantemente le varianti del virus che ancora non termina la sua corsa, proprio per cercare di capire la sua evoluzione e contrastarlo.

La variante XE del virus è una combinazione di Omicron 1 e Omicron 2 che si sono unite creando un qualcosa di nuovo e sconosciuto. Le mutazioni della nuova variante non sono presenti in quelle che finora abbiamo conosciuto. Quello che è certo è che nasce dalla combinazione di BA1 e BA2.

Cosa pensa l’OMS e come si presenta la nuova variante XE

La nuova variante XE
La nuova variante XE
(@stefav94)

La combinazione di nuove varianti dà vita a un’altra variante, è sempre questo il ciclo oramai. Omicron XE è una variante apparsa per la prima volta nel Regno Unito e pare si propaghi molto più velocemente e facilmente rispetto alle altre varianti.

Al momento ha toccato una minima percentuale della popolazione quindi rispetto alle altre varianti,che sono state molto più aggressive, per ora la situazione è più sotto controllo. Ma l‘OMS ha stabilito che rispetto all’Omicron 2 la Omicron XE ha una variante di crescita pari al 10%.

L’OMS sta studiando il grado di trasmissione, la potenziale gravità della variante e soprattutto l’efficacia o meno che il vaccino può esercitare per contrastala. Questo pero’ non definisce la nuova variante come in crescita rispetto alla precedente. Per fortuna i casi non sono moltissimi e il tutto è ancora in fase di studio. 

Si tratta comunque di una variante mista come si erano già verificate in passato con altre varianti a noi conosciute con i termini di XF, XD e Deltacron. Comunque è strettamente collegata all’omicron. Imparare a identificare Omicron XE ci aiuterà sicuramente a meglio affrontare i rischi del contagio.

>>>FONTE 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Stefano Avanzi (@stefav94)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui