Perdita di capelli? Ecco cosa è meglio mangiare

0
49
Fonti ed evidenze: Quotidiano di Ragusa

Perdita di capelli o alopecia? Scopri le cause all’origine di questi problemi. Ecco come fare a contrastarli con un’alimentazione adeguata.

La caduta dei capelli o l’alopecia androgenetica (comunemente chiamata calvizie) può colpire, indistintamente, sia gli uomini che le donne. Nei maschi si manifesta con il fenomeno della stempiata, nelle donne la riga della zona centrale della nuca si inizia ad assottigliare e i capelli abbiano sfibrati e fini.

Perdita di capelli o alopecia, cause e il ruolo dell'alimentazione
Le cause che determinano questo tipo di problematiche sono diverse (Pixabay)

La comparsa dell’alopecia androgenetica può dipendere da fattori legati a delle predisposizioni genetiche, per l’appunto e si verifica a seguito di una estrema sensibilità dei follicoli piliferi del cuoio capelluto agli ormoni androgeni. Nell’articolo di oggi andremo a fondo della questione. Avrete modo di scoprire quanto l’alimentazione giochi un ruolo importante per limitare la perdita dei capelli. Anche i fattori ormonali hanno il loro peso.

Perdita di capelli o alopecia: l’importanza dell’alimentazione

L’alimentazione gioca sempre un ruolo importante in fatto di salute e benessere. Viene da sé che una dieta equilibrata e corretta possa incidere anche sulla condizione del cuoio capelluto, oltre che sull’organismo. Le vitamine (A, B ed E) contribuiscono a rendere i capelli sani e forti arrivando anche a rallentare la comparsa dell’alopecia androgenetica.

Perdita di capelli o alopecia, cause e il ruolo dell'alimentazione
Ovviamente non si può pensare che l’alimentazione risolvi in toto questa condizione. Sono da tener conto anche altri fattori (Pixabay)

Se si vogliono mantenere i capelli in buone condizioni, l’alimentazione, comunque, è un’ottima arma di successo. Ecco perchè abbiamo pensato di darvi alcuni consigli su alcuni alimenti che sarebbe meglio integrare nel proprio regime alimentare:

  • Uova: sono ad alto contenuto proteico e stimolano la produzione di zolfo e cheratina, fondamentai per agevolare la circolazione sanguigna che garantisce l’irrorazione corretta dei bulbi piliferi dei capelli.
  • Legumi: come le uova contengono biotina e proteine. Sono anche ricche di zinco e ferro. Tutte queste sostanze rafforzano il cuoio capelluto.
  • Verdure (foglie): i broccoli o gli spinaci, ad esempio, sono ricchi di vitamina A e C che stimolano la produzione di sebo. Il sebo favorisce la crescita dei capelli e contribuisce a non renderli secchi.
  • Formaggi: come i legumi, contribuiscono a rallentare la caduta dei capelli perchè la presenza degli amminoacidi, degli oligo-elementi e delle vitamine rende i capelli sani e forti.
  • Pesce azzurro: ricco di omega 3, proteine e antiossidanti contrasta l’invecchiamento cellulare. Ne fanno parte: sarde, sgombro, acciughe e tanti altri pesci.
  • Carne rossa (magra): un po’ come le uova, il ferro e lo zolfo migliorano la circolazione del sangue, quindi, agiscono positivamente sui bulbi dei capelli, garantendone un corretto funzionamento.
  • Frutta secca: ricche di selenio e omega 3, come le noci, contrasta i danni prodotti dalle cellule dei radicali liberi.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui