Élite russa e 007 ucraini contro Putin: per eliminarlo avvelenamento, malattia o incidente

0
154
Fonti ed evidenze: Il Messaggero, Il Riformista

Gli 007 ucraini segnalano che, un gruppo di persone nell’élite russa contrarie a Putin, starebbe considerando di eliminare il presidente.

militanti russi (ansa)
militanti russi (ansa)

L’idea di uccidere Putin per scongiurare un inasprimento della guerra in Ucraina è ormai un’ipotesi affermata da una certa elite russa. Infatti gli 007 ucraini sostengono che:” si sta formando in Russia un gruppo di persone contrarie al presidente che starebbero considerando la sua fine.” Per ora si ipotizzano 3 morti possibili: avvelenamento, malattia, incidente.

L’intelligence ucraina ha anche diffuso l’informazione che i i russi starebbero inviando altri gruppi terroristici per eliminare a loro volta i capi di stato ucraini: il presidente Volodymyr Zelensky, il capo dell’Ufficio del presidente Andriy Yermak e il primo ministro Denys Shmygal.

L’obiettivo e le motivazioni

Se da un lato potrebbe risultare insolito che l’intelligence ucraina pubblicizzi direttamente su Facebook, subito riportato dalle agenzie di stampa ucraine, il piano per far fuori Putin, dall ‘altro potrebbe essere anche un motivo di  propaganda, oppure un tentativo di infondere nella società russa la possibilità che l’eliminazione di Putin possa essere in fin dei conti “vantaggiosa per tutti”.

Uno degli obiettivi delle sanzioni occidentali alla Russia sarebbe proprio quello di provocare forti disagi alla popolazione in modo da suscitare uno scompiglio generale nei confronti dell’oligarca russo e stimolare moti d’insurrezione. 

Le notizie che alimentano voci di uno scompiglio, non sono solo da parte della gente comune ma anche dei capi della società russa, colpita pesantemente dalla sanzioni occidentali, e che Putin trovandosi dinnanzi a migliaia di persone allo stadio Luzniki ha voluto fermamente smentire. D’altra parte anche Zelensky deve stare attento: secondo Kiev, Mosca avrebbe «ordinato un altro attacco» ad opera di mercenari per eliminare i vertici ucraini.

Voci in Russia di un possibile successore di Putin

L’elite russa  avrebbe anche già pensato al nome di un possibile successore di Putin. Secondo gli 007 Ucraini, una certa parte dell’elite politica avrebbe considerato il direttore del Servizio federale per la sicurezza della Federazione russa Alexander Bortnikov come il successore di Putin che, riportano i media ucraini, “recentemente sarebbe caduto in disgrazia per errori di calcolo nella guerra contro l’Ucraina”.

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui