Aumenti: ecco cosa succederà a breve

0
63

Non è in aumento solo la benzina ma anche altri beni di prima necessità, questa volta ad essere a rischio sono le forniture di carta igienica, giornali ecc. Scopriamo nel dettaglio cosa sta succedendo e di cosa si tratta.

cartiere rischio aumento carta
Forniture di carta a rischio: l’aumento dei prezzi è dietro l’angolo (greenme)

Dopo gli aumenti di benzina, gas ed energia elettrica potrebbe essere colpito anche un altro settore fondamentale, stiamo parlando delle cartiere. Per adesso i pescatori e gli autotrasportatori stanno cercando di protestare con manifestazioni e scioperi ma anche il mondo dell’editoria chiede di essere aiutato.

Già dall’8 marzo, il presidente di Assocarta, Massimo Poli, aveva lanciato un appello sulla situazione delle cartiere, questa stava diventando insostenibile per via degli aumenti dell’energia elettrica e gas naturale.

In quel periodo le sue parole sono state “In questi giorni il costo è decuplicato, con punte di quindici volte di più, sempre più stabilimenti cartari si stanno fermando e stanno riducendo l’attività“.

Insomma già più di una settimana fa la situazione sembrava tragica e senza via di ritorno, ma non è finita qui, anche altre aziende cartiere in Europa avevano condiviso la stessa paura, senza però preoccuparsi della possibilità che da un giorno all’altro potesse scoppiare una guerra.

Scopriamo nel dettaglio cosa sta succedendo e quali sono i settori coinvolti nella crisi.

Gli aumenti si abbattono anche sulle cartiere, prezzi sempre più alti

cartiere rischio aumento carta
Il caro bollette si abbatte sulle cartiere: prezzi in aumento per carta igienica e giornali (web)

L’apprensione per gli aumenti sono arrivati anche dalla Federazione italiana editori giornali, a parlare questa volta è stato il Presidente Andrea Riffeser Monti, il quale ha fatto sapere che produrre informazione di qualità sta diventando molto più complicato e che il rischio di sospendere le pubblicazioni è dietro l’angolo.

Questo evento metterebbe in difficoltà un intero settore e sarebbero coinvolti anche giornalisti, poligrafici, distributori nazionali e locali ed edicole. Mai come in questo periodo l’informazione è essenziale ed indispensabile per mettere al corrente la popolazione su cosa stia accadendo nel mondo e in Europa.

Purtroppo la situazione è difficile anche per il settore della carta usata, questa viene utilizzata per realizzare diversi beni di prima necessità, come i giornali, tovaglioli e carta igienica. Anche loro stanno cercando di evitare il peggio rallentando la produzione, solo in questo modo si evita una stop generale.

Per il momento le cartiere italiane stanno combattendo contro l’aumento di forniture di gas, che per ora continuano a salire, affermano che queste sono aumentate del 400% solo negli ultimi due anni.

Per il momento la Commissione europea sta lavorando affinché l’Europa possa staccarsi il prima possibile dai combustibili fossili russi, cominciando proprio a partire dalle forniture di gas.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui