Incidente sulla A8: masso di quindici chili lanciato dal cavalcavia

0
114
Fonti ed evidenze: Il Giorno, RaiNews24

Varese. Due sedicenni hanno deciso di compiere un folle gesto: lanciare un masso di quindici chili dal cavalcavia.

Cavalcavia
Emanuele Cremaschi/Getty Images/archivio

Una serie di incidenti anomali, tutti avvenuti nei pressi dello svincolo di Buguggiate sulla A8, nei pressi di Varese, ha fatto salire i sospetti tra gli agenti della polizia stradale. Dopo aver acquisito le denunce arrivate ad altri uffici di polizia, gli agenti della sezione locale si sono appostati presso l’area interessata. Il fine di quest’appostamento risiede nell’individuazione delle cause e dei responsabili dei gesti che hanno causato gli incidenti.

Gli agenti si sono insospettiti in relazione ad alcuni ragazzi che si trovavano presso un parco giochi vicino all’autostrada. Poco dopo la mezzanotte, due di questi sono saliti su un cavalcavia. Precisamente, il numero 38. I due, rimasti da soli e convinti di non essere osservati da nessuno, hanno preso un masso, con lo scopo di lanciarlo sulla carreggiata dell’autostrada. L’intervento tempestivo delle autorità non ha purtroppo impedito ai ragazzi di compiere il gesto folle. I due hanno infatti lanciato un masso di granito di quindici chili sulla carreggiata. Il lancio del masso ha procurato un incidente che ha coinvolto tre vetture, fortunatamente senza causare vittime.

I giovani hanno cercato di fuggire, ma non sono riusciti nel loro intento. C’è stata una colluttazione tra ragazzi e agenti, con un poliziotto che ha riportato ferite al volto e alla mano. Sono dunque arrivate varie pattuglie della Polizia Stradale, al fine di effettuare i rilievi e riportare il tratto al suo normale stato di funzionamento, ripulendola dai detriti. L’autostrada è stata chiusa in entrambi i sensi di marcia, per garantire la sicurezza degli utenti della strada. Il masso lanciato dai ragazzi è stato prelevato e messo a disposizione per l’attività di polizia giudiziaria.

I due ragazzi, dopo essere stati bloccati dalle autorità, sono stati portati alla Caserma di Busto Arsizio per essere identificati. Sono risultati essere due sedicenni, residenti in comuni vicini al cavalcavia, di cui uno già noto alle forze dell’ordine per lesioni, danneggiamenti e minacce. Il giovane è inoltre responsabile di resistenza e violenza nei confronti dell’agente, oltre ad essere stato trovato con una piccola quantità di una sostanza stupefacente. L’altro ragazzo, invece, è incensurato. I due sono stati entrambi denunciati per resistenza e violenza a pubblico ufficiale, danneggiamento ed attentato alla sicurezza dei trasporti, lesioni personali.

I ragazzi sono stati affidati ai genitori, i quali erano sconvolti dal crimine commesso dai propri figli, oltre ad esserne totalmente all’oscuro. Il Dirigente della Sezione di Varese ha spiegato: “La tempestività delle indagini ha portato a smascherare i due ragazzi che, con la loro condotta scellerata, non hanno compreso le conseguenze che sarebbero potute scaturire dal loro gesto. Il nostro impegno non verrà mai meno, e tutti i malintenzionati devono metterselo in testa”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui