Il Reddito di Cittadinanza non basta, ci sono troppi ricchi, dice Grillo e affitta la casa per 12mila euro a settimana

0
142
Fonti ed evidenze: Fanpage, Huffington Post

Il co-fondatore del Movimento Cinque Stelle, Beppe Grillo, torna ad insistere sulla necessità di un reddito universale di base per risolvere i problemi di disuguaglianza.

Beppe Grillo/FaceBook

Il Reddito di Cittadinanza, nell’ottica di chi lo ha concepito, serve anche a permettere a milioni di italiani e stranieri di poter scegliere se accettare o no un lavoro mal pagato. Ma per il co-fondatore del Movimento Cinque Stelle non è più sufficiente. Mentre il Governo, viste le continue truffe che vengono scoperte ogni giorno dalla Guardia di Finanza, sta lavorando per una modifica del sussidio, Beppe Grillo rilancia il reddito universale, e lo fa prospettando un mondo come quello descritto dalla serie tv coreana Squid Game: “O mettiamo in campo il Reddito Universale o inauguriamo gli Italian Squid Game. Se vinci puoi continuare a vivere“. Il pentastellato utilizza la famosa serie seguitissima da giovani e meno giovani per spiegare come, nell’attuale società, solo i vincenti vanno avanti mentre la maggioranza resta schiacciata dalla povertà. L’ex comico specifica che i 3 uomini più ricchi d’Italia posseggono il totale delle ricchezze dei 6 milioni di italiani più poveri. “Possiamo riscrivere un nuovo sistema economico, che non funzioni solo per i ricchi e i potenti, ma per tutti” – la sua proposta.

E – prosegue Grillo – il male peggiore che affligge il mondo ha un nome ben preciso: disuguaglianza nella distribuzione delle ricchezze. Senza tener conto di un piccolo fattore che, spesso, influisce e si chiama meritocrazia, il fondatore dei Cinque Stelle, incalza: “Siamo ancora nel più ricco mondo mai esistito. L’1% della popolazione detiene il 43% della ricchezza mondiale. C’è quindi un grande, enorme problema di distribuzione. Cioè di disuguaglianza. In una società competitiva, non tutti possono vincere“. Il Reddito universale di base servirebbe, quindi, proprio a risolvere il problema alla radice: addio concetto di meritocrazia e, dunque, addio competizione per fare meglio degli altri. “Siamo diventati una società di giocatori, con l’1% di vincitori e un 99% di vinti. Penso che sia ormai chiaro come non sia possibile più uscirne se non con un drastico cambiamento del sistema economico e sociale. Il Reddito di base universale  è l’unica soluzione per avere equità, benessere e libertà“. E Grillo, probabilmente, non apparterrà a quell’1% di uomini super ricchi ma, certamente, affittando la sua villetta a oltre 12mila euro a settimana, non fa nemmeno parte dei più svantaggiati. All’interno di Squid Game, di sicuro, lui andrebbe avanti e salirebbe di livello.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui