Sai perché ci svegliamo sempre sul più bello durante un sogno? La spiegazione di questo quesito è davvero affascinante

Spesso ci capita di fare sogni bellissimi come poter volare liberamente ma a volte ci svegliamo sul più bello (Pixabay)
Spesso ci capita di fare sogni bellissimi come poter volare liberamente ma a volte ci svegliamo sul più bello (Foto di Stefan Keller da Pixabay)

Stai per spiccare il volo sopra un’immensa distesa di colline fiorenti e animali al pascolo, sei certo di essere in grado di farlo, ti dai una lieve spinta e inizi a sentire la leggerezza che ti porta sempre più in alto. Inizi a lasciarti andare, prendere quota e…ops, ti sei svegliato da un sogno bellissimo.

Sicuramente ti è capitato almeno una volta nella vita di svegliarti nel bel mezzo di un sogno meraviglioso, uno di quelli che vorresti non finisse mai. Ma ti sei mai chiesto perché ci svegliamo sempre sul più bello? C’è chi ha provato a dare una risposta.

Ecco perché ci svegliamo sempre sul più bello

Essere in un posto o in una situazione meravigliosa e, da un momento all’altro, ritrovarsi con gli occhi spalancati nel proprio letto. Certamente ti sarà capitato almeno una volta nella vita di svegliarti di soprassalto e accorgerti che quella meravigliosa moto che stavi guidando e quell’amore della tua vita che stavi per baciare, in realtà, era solo un’immaginazione della tua testa.

LEGGI ANCHE –> CARLO CRACCO: ECCO QUANTO COSTA ANDARE A CENA DA LUI

Svegliarsi mentre si fa un sogno bellissimo è uno dei traumi più fastidiosi (e ironici allo stesso tempo) che possa mai capitare. Ma spesso succede e, nonostante non ci sia molto da fare, in tanti si sono chiesti perché questo accade. C’è chi ha provato a dare una risposta a tutto questo.

Ecco perché ci svegliamo nel momento più bello di un sogno (Unsplash)
Ecco perché ci svegliamo nel momento più bello di un sogno (Photo by Kinga Cichewicz on Unsplash)

Una possibile risposta a questo mistero riguarda il ciclo onirico. I sogni più belli, quelli in cui ci sentiamo immensamente felici e a nostro agio, hanno un nome specifico: lucid dreams, o sogni lucidi. A dare loro questo nome è stato niente di meno che il più grande esperto di sogni di subconscio: Sigmund Freud.

Secondo il pensiero di Freud, nei sogni lucidi il soggetto che sogna è capace, in un breve momento, di “guidare” il sogno, consapevole di stare sognando. In questo modo il sognatore è capace di creare una vera e propria sceneggiatura.

Sogno giraffa (Pixabay)
Foto di 4144132 da Pixabay

Il momento più appagante del sogno viene chiamato “motus cerebrale”, una sorta di meccanismo che provoca la produzione di adrenalina. Non è ben chiaro perché ci si sveglia proprio in questo momento di “goduria”, ma la risposta potrebbe nascondersi nel ciclo onirico, fatto dalle fasi Rem e Nrem.

LEGGI ANCHE –> TEST PERSONALITÀ: QUELLO CHE VEDI PER PRIMO RIVELA LA TUA MISSIONE NELLA VITA

Nella fase Rem, quella che viviamo poco prima del risveglio è contenuto il sogno che ricorderemo appena svegli. Quindi, il motivo per cui a noi pare di svegliarci nel momento apice del sogno, in realtà sarebbe una sorta di inganno del nostro cervello, che ci mostrerebbe semplicemente l’ultimo sogno vissuto prima di svegliarci.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui