NaturaSì paga i tamponi ai dipendenti: “Con me hanno chiuso”, dice Roberto Burioni

0
350
Fonti ed evidenze: Dire, Roberto Burioni Twitter

NaturaSì – catena di supermercati biologici – da oggi avrà un cliente in meno: il virologo Roberto Burioni. L’esperto non accetta la politica aziendale in merito al Green Pass.

Getty Immages/Alessandro Bremec

Green Pass obbligatorio per tutti i lavoratori: sia nel pubblico sia nel privato. Questo ha stabilito il Governo Draghi con la speranza d’indurre quante più persone possibili a vaccinarsi. Ma lo zoccolo duro dei no vax permane e, dunque, alcune aziende per non restare a secco di personale devono correre ai ripari. NaturaSì – catena di supermercati specializzati nel biologic ha comunicato che provvederà a pagare i tamponi ai propri dipendenti – circa 1.650 in tutta Italia – che non vogliono vaccinarsi.  Il presidente Fabio Brescianin ha inviato una lettera a tutti i dipendenti in cui si legge: “Non vogliamo prendere posizione in questa Babilonia di voci assordanti e contraddittorie, ove è molto difficile distinguere la verità dalla menzogna. Di una cosa siamo certi: la LIBERTÀ individuale”.Pertanto il gruppo veronese non solo ne fa una questione di cautela per non rischiare di restare senza personale nei punti vendita o negli uffici ma si sofferma anche sull’importanza di rispettare le scelte individuali di ciascuno.

Brescianin ha concluso: “Per chi quindi ha deciso, con coscienza e responsabilità, di non vaccinarsi, provvederemo a contribuire al costo dei tamponi richiesti dalla legge per esercitare il proprio compito lavorativo, a meno che lo Stato non provveda alla spesa come fa per i vaccini”. Sul sito molti i commenti a sostegno di questa iniziativa, molti i complimenti da parte di clienti affezionati o nuovi.  Ma, a fronte di molti applausi, c’è chi, invece, non ha apprezzato per nulla la politica aziendale di NaturaSì e, anzi, ha deciso di non mettervi più piede. Il virologo Roberto Burioni – dichiaratamente a favore dell’introduzione dell’obbligo vaccinale – sul suo profilo Twitter ha dichiarato di aver chiuso con quel supermercato: “Se una catena di supermercati liscia il pelo ai no vax, con me ha chiuso”.

Se una catena di supermercati liscia il pelo ai novax deve mettere in conto di perdere i clienti che hanno fatto il proprio dovere di cittadini vaccinandosi.

Con me NaturaSì ha chiuso. pic.twitter.com/ptqBe61MDw

— Roberto Burioni (@RobertoBurioni) September 21, 2021

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui