Mia figlia in terapia intensiva per colpa di un gruppo di esaltati, dice il padre di Sabrina Pattarello

0
273
Fonti ed evidenze: Gazzettino, Huffington Post

Una maestra no vax è finita in terapia intensiva. Durissime le parole del padre contro chi rifiuta il vaccino anti Covid.

 

Ci sono genitori pentiti di aver indotto, in qualche modo, i figli a vaccinarsi, come la mamma e il papà della piccola Giulia Lucenti, morta a soli 16 anni, sedici ore dopo  aver ricevuto il vaccino anti Covid. E ci sono poi genitori che, al contrario, sono pentiti di non aver costretto i figli a farsi inoculare il farmaco come il padre di Sabrina Pattarello, la maestra veneta salita alla ribalta delle cronache nei mesi scorsi per le sue convinzioni no mask e no vax. La docente era stata licenziata da una scuola di Treviso per essersi detta contraria all’uso della mascherina in aula, e aver preso parte a manifestazioni insieme a gruppi no vax. Sabrina la scorsa settimana è finita in terapia intensiva e ora è in condizioni molto gravi.

Il padre non ha esitato a scagliarsi contro chi non accetta di vaccinarsi: “Mia figlia si è fidata di un gruppo di esaltati no vax. Se fosse stata una bambina, avrei fatto di tutto per farle capire che stava sbagliando e l’avrei accompagnata per mano per farla riflettere. Ma è una donna fatta e non ho potuto far altro che vederla percorrere la sua strada e sbagliare fino al punto di mettere al rischio la vita. Chissà se si sarà resa conto che, nel momento in cui si è sentita male, non ha potuto rivolgersi ai no vax, ma ha dovuto chiamare il pronto soccorso e chiedere aiuto alla medicina e alla scienza”. La maestra era balzata agli onori delle cronache anche per aver partecipato nel settembre 2020 a una manifestazione negazionista in Prato della Valle a Padova, e aver minacciato i giornalisti, a suo dire “corrotti e falsi”, sostenendo che fossero falsi i numeri relativi ai contagi di Coronavirus. Le esternazioni, oltre alle sue prese di posizione a scuola, erano state riferite da alcuni genitori dei suoi alunni all’istituto scolastico, che non le aveva rinnovato il contratto di assunzione a termine.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui