Trovato l’uomo cha ha pestato una donna nel supermercato di Varese

0
777
Fonti ed evidenze: Fanpage, Giorno

Dopo giorni di incubi, finalmente la 35enne romena aggredita in un supermercato in provincia di Varese può tirare un sospiro di sollievo: il suo aggressore è stato preso.

L’incubo è finito. Dopo notti popolate da “mostri” e continui pianti per il terrore, la donna di 35 anni aggredita in un supermercato di Gallarate – Varese – può tornare a vivere e uscire tranquillamente il suo aggressore è stato identificato. L’aggressione aveva avuto luogo al Carrefour di viale Milano a Gallarate, domenica 22 agosto. La donna era stata brutalmente picchiata da uno sconosciuto che, finalmente, è stato rintracciato: si tratta di un ragazzo di  26 anni italiano,  con precedenti per furto e lesioni,

Il giovane è stato identificato grazie all’analisi delle immagini dei sistemi di videosorveglianza presenti nella zona che, purtroppo, non erano invece presenti all’interno del supermercato. I Poliziotti sono riusciti  a individuare un giovane che per fisionomia, età ed abbigliamento rispecchiava le descrizioni fornite agli investigatori dalla vittima.  Tuttavia le immagini non sarebbero state sufficienti per procedere in quanto il volto dell’aggressore era in parte coperto dalla mascherina anti Covid. E’ stata determinante la  collaborazione dei responsabili del punto vendita che sono riusciti a risalire alla transazione effettuata dal ragazzo presso una delle casse automatiche con una carta di debito. A quel punto gli agenti hanno potuto effettuare una perquisizione domiciliare che ha consentito di  acquisire prove schiaccianti. Gli investigatori hanno infatti rinvenuto nell’appartamento del 26enne sia gli indumenti indossati il giorno dell’aggressione sia la medesima carta di debito usata quel giorno al Carrefour. Messo alle strette, il ragazzo ha dovuto ammettere tutto e ora è stato  denunciato dagli inquirenti per il reato di lesioni aggravate. Il legale che assiste la 35enne, l’avvocato Pietro Romano, ha dichiarato: “Fino a ieri era in lacrime. Oggi però, dopo la notizia della cattura del suo aggressore  era molto contenta Si augura che venga fatta giustizia”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui