Chiede aiuto, le cassiere non capiscono: picchiata fino a svenire da uno sconosciuto al supermercato

0
688
Fonti ed evidenze: Huffingtonpost

Gallarate, Varese. Apprezzamenti a sfondo sessuale tra gli scaffali del supermercato. Lei scappa agitata e lui le rompe il naso e la mascella. Aggressore ancora latitante.

Nicoleta aggredita Gallarate Varese
Il volto di Nicoleta segnato dall’aggressione

Terribile aggressione avvenuta in un supermercato a Gallarate, in provincia di Varese. Nicoleta una donna di 35 anni, è stata picchiata e colpita ripetutamente da un uomo mentre faceva la spesa. Secondo la ricostruzione dei fatti, la donna era intenta a camminare tra gli scaffali quando le si avvicina un uomoitaliano, media statura, occhi scuri – che inizia ad importunarla con frasi poco piacevoli a sfondo sessuale. La donna, agitata dopo aver ricevuto attenzioni sgarbate e non richieste, è scappata dirigendosi velocemente alle casse.

Dopo le avances insistenti dell’uomo, Nicoleta chiede aiuto ai cassieri del supermercato. Purtroppo però il suo aggressore la raggiunge in fretta e inizia a colpire la 35enne con calci e pugni, mandandola in ospedale con mascella, setto nasale fratturati e lesioni ad un orecchio. “Ha cominciato a picchiarla” ha detto Pietro Romano, l’avvocato di Nicoleta, “la mia cliente al secondo pugno è svenuta e non ricorda più nulla.” Sembrerebbe infatti che la donna, all’ennesimo colpo ricevuto, sia caduta a terra priva di sensi.

La donna è stata portata al pronto soccorso in codice verde, mentre il malvivente, dopo più di 48 ore è ancora latitante. Nicoleta è sotto shock e non ha parole su quanto accaduto, ha paura che il suo aggressore, essendo ancora libero, possa cercarla: “ho paura, tanta paura. Che mi si ripresenti davanti agli occhi, che mi faccia ancora del male. Perché non l’hanno già arrestato, perché?” L’avvocato della donna chiede anche spiegazioni su come sia possibile che nessuno del servizio di sicurezza presente nel centro commerciale sia intervenuto in tempo per fermare l’uomo. 

Abbiamo già presentato la denuncia. In questa vicenda ci sono state omissioni. Nicoletta ha gridato due volte a una cassiera di chiamare la vigilanza, prima che un pugno le facesse perdere conoscenza. Ci sono testimoni oculari che hanno confermato la dinamica: è stata colpita al volto e alla nuca mentre già si trovava a terra“. Dopo l’uomo è fuggiro. Il supermercato replica “nonostante la dinamica molto rapida con cui si è verificata l’aggressione, gli addetti alla sicurezza sono intervenuti il più tempestivamente possibile

Ora sono al vaglio le testimonianze e le immagini delle telecamere di videosorveglianza. Intanto durante le indagini è saltato fuori un dettaglio inquietante: il caso di Nicoleta non si tratterebbe del primo avvenuto in quello stesso supermercato. Due anni fa infatti un’altra donna è stata aggredita mentre faceva la spesa e la dinamica è stata la stessa dell’aggressione avvenuta pochi giorni fa. L’uomo potrebbe essere lo stesso, corrispondendo all’identikit.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> Ritrovato in mare il corpo di Alfredo Pezzino Rao, scomparso da giorni

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui