Gli Europei li ha vinti il Covid: dopo i festeggiamenti i contagi risaliranno, dicono gli esperti

Previsioni davvero non buone quelle della maggior parte degli esperti sull’andamento dei contagi da Covid. E con i festeggiamenti della Nazionale potremmo esserci fatti autogoal.

covid ciccozzi
Getty Immages/ Darren McCollester

Il Ministero della Salute informa che nelle ultime ventiquattro ore i casi totali sono saliti di 2898 unità e portano il totale a 4.281.214. Da ieri 11 morti che fanno salire le vittime a 127.851 e 1070 guariti che raggiungono quota 4.110.649. Totale persone vaccinate: 25.792.725.

I casi attualmente positivi tornano a salire: 42.714, +1814 rispetto a ieri. I ricoverati sono 1088, -1 mentre salgono gli assistiti in terapia intensiva: 161, +8 da ieri.

Covid: i casi torneranno a salire

Gli Europei li abbiamo vinti. Festeggiare abbiamo festeggiato. E ora ci prepariamo pure ad andare in vacanza tranquilli che, grazie ai vaccini, il virus sia ormai alle spalle. Bene: non è così. A ricordarci che il Covid è presenta più che mai sono i numeri. Tanto è vero che il Governo non esclude l’ipotesi di un nuovo lockdown in tutta Italia già per la fine di agosto. Secondo alcuni esperti, tuttavia, il peggio deve ancora venire. Con i festeggiamenti in piazza o nei e nelle case, seguiti alla vittoria della Nazionale, potremmo esserci fatti un clamoroso autogoal. “La situazione è un po’ sfuggita di mano, sarebbe bastato almeno indossare la mascherina. Mi aspetto un aumento dei casi, ma non adesso, bensì fra 10/15 giorni”- queste le parole di Massimo Ciccozzi, epidemiologo dell’Università Campus BioMedico di Roma. In poche parole, per lo scienziato “la coppa l’ha vinta il virus” perché a stretto giro potremmo trovarci forse non punto e a capo ma quasi. Soprattutto perché ora c’è la variante Delta a giocare in attacco e i vaccini anti Covid sembrano non essere una difesa sufficiente. Tant’è che la prima vittima italiana di variante Delta aveva già ricevuto tutte e due le dosi del Moderna.

Ciccozzi pensa che, arrivati a questo punto, sia necessario premere il piede sull’acceleratore delle vaccinazioni. Anche a costo di usare i metodi forti alla Macron che ha reso obbligatorio il Green Pass anche per andare al ristorante, al bar o per salire su treni e autobus a lunga percorrenza. Misura che anche il Governo italiano sta valutando di adottare. “Questo anche da noi può essere un escamotage per far vaccinare gli indecisi. Ma anche un’informazione chiara e precisa potrebbe dare risultati in questo senso. Basterebbe dire ai cittadini, forse: ‘Se voi vi vaccinate nel 98 per cento dei casi non andrete in ospedale, non c’è più terapia intensiva, non si muore più di Covid'”. 

Gestione cookie