Covid, non abituatevi alla libertà: a ottobre nuova ondata di decessi, dice Ricciardi

0
219
Fonti ed evidenze: Ministero della Salute, TgCom24, Giornale

L’Italia è ormai tutta colorata di bianco e abbiamo detto addio anche alle mascherine all’aperto. Ma gli esperti prevedono uno scenario apocalittico per il prossimo autunno.

covid nuova ondata

Il Ministero della Salute informa che nelle ultime ventiquattro ore i casi totali sono saliti di 882 unità e portano il totale a 4.260.788. Da ieri 21 morti che fanno salire le vittime a 127.587 e 1941 guariti che raggiungono quota 4.083.843. Totale persone vaccinate: 18.730.251.

I casi attualmente positivi scendono a 49.358, -1083. I ricoverati sono 1532, -61 mentre in terapia intensiva 229 assistiti, -18 da ieri.

Covid: “A ottobre nuova ondata di decessi”

I numeri, ormai da oltre un mese, lasciano ben sperare. Infatti ormai tutta la penisola si è colorata di bianco e da tre giorni è venuto meno anche l’obbligo d’indossare la mascherina all’aperto. Ma c’è già chi profetizza scenari apocalittici per il prossimo autunno. Se il professor Massimo Galli – direttore della Malattie infettive dell’ospedale Sacco di Milano – ha sostenuto che volersi togliere la mascherina all’aperto è da irresponsabili, il professor Walter Ricciardi – consulente del Ministro della Salute Roberto Speranza – non resta indietro. L’esperto ha invitato gli italiani a non abituarsi troppo a questo clima di libertà e riaperture perché già ci sono le premesse di una nuova ondata di Covid a ottobre. premesse che potrebbero diventare certezza se non rispettiamo scrupolosamente certe consuetudini che lui definisce virtuose e, soprattutto, se non ci vacciniamo. Ricciardi – ai microfoni di Radio Capital – ha spiegato: “Abbiamo la possibilità di evitare il peggio se continuiamo a rispettare tutte le misure e intensifichiamo ancora di più le vaccinazioni. Se, invece, non lo facciamo provocheremo un aumento di casi e non possiamo escludere che vengano introdotte misure che riducono la mobilità”.

Eppure, il consulente del Ministro della Salute, sembra non considerare un particolare: la variante Delta – o variante indiana – sta prendendo piede proprio nei Paesi con il maggior numero di persone vaccinate, cioè Israele e il Regno Unito. E anche in Italia il 40% delle persone che hanno contratto la variante Delta sono soggetti che hanno già ricevuto entrambe le dosi del farmaco anti Covid. Ricciardi puntualizza, infatti, che anche l’Italia probabilmente raggiungerà i numeri del Regno Unito il prossimo autunno. Tuttavia, pur non impedendo l’infezione, il vaccino quantomeno ridurrà il numero dei decessi e dei ricoveri ospedalieri. A rincarare la dose di pessimismo del professor Ricciardi arrivano gli scienziati dell’  Organizzazione Mondiale della Sanità secondo i quali, nel nostro Paese, ci sono già ora tutti i presupposti per una nuova ondata di decessi a ottobre. I tre fattori che – secondo gli esperti dell’Oms – porteranno di nuovo l’Italia in ginocchio sono: le varianti del virus, il numero insufficiente di persone immunizzate e la ripresa dei contatti sociali.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui