Il problema sono i non vaccinati, dicono gli esperti. Ma nei Paesi con più vaccinati avanza la variante Delta

0
172
Fonti ed evidenze: Ministero della Salute, Ansa, Fanpage

Israele e la Gran Bretagna di nuovo in ginocchio – o quasi – dalla risalita dei contagi da Covid. Per la maggior parte si tratta di casi di variante Delta. 

variante delta israele
Getty Immages/Alberto Pizzoli

Il Ministero della Salute informa che nelle ultime ventiquattro ore i casi totali sono saliti di 389 unità e portano il totale a 4.258.456. Da ieri 28 morti che fanno salire le vittime a 127.500 e 2839 guariti che raggiungono quota 4.076.274. Totale persone vaccinate: 17.787.354.

I casi attualmente positivi scendono a 54.682, -2480 rispetto a ieri. I ricoverati sono 1723, -20 mentre in terapia intensiva 289 assistiti, -5 da ieri.

La variante Delta mette in ginocchio Israele e la GB

Il Covid si è in diffuso in misura differente nei diversi paesi del mondo ma c’è un dato che accomuna tutti: il 95% delle persone decedute con il Covid  aveva più di 60 anni. Per questa ragione – sottolineano gli scienziati e i politici – è importante spingere con la campagna vaccinale per arrivare a proteggere la totalità degli anziani. Gli over 60, infatti, sono i soggetti più a rischio, coloro che possono facilmente finire in rianimazione e, talvolta, non uscirne più. Eppure nel nostro Paese – come ha ricordato anche il Ministro della Salute Roberto Speranza nell’ultima conferenza stampa settimanale –  sono più di 2 milioni e mezzo le persone sopra i 60 anni che non hanno ancora ricevuto la prima dose di siero. Gli esperti sono preoccupati e c’è chi addirittura propone di andare a prenderli a casa per convincerli: “Andiamo a cercarli casa per casa per avviare un dialogo costruttivo” – l’idea del dottor Luca Richeldi, pneumologo presso il Policlinico Gemelli di Roma.

Eppure la variante Delta sta prendendo piede proprio nei Paesi con il maggior numero di vaccinati: Israele e la Gran Bretagna. Nel Regno Unito i contagi da variante Delta sono ormai pari al 95% dei totale dei nuovi casi. Lo ha certificato la Public Health England, struttura del servizio sanitario nazionale. Solo nell’ultima settimana la diffusione di questa variante è cresciuta del 46% con 35.000 nuovi casi stimati. Non migliore la situazione di Israele, di nuovo in ginocchio: secondo i dati del Ministero il tasso di positività è salito allo 0,6% con un’impennata anche di 200 nuovi casi al giorno. Per questo motivo è stato reintrodotto l’obbligo d’indossare la mascherina al chiuso. I vaccino anti Covid sembrano non funzionare sulla variante Delta. Anche in Italia, a Milano, in una palestra è scoppiato un focolaio che sembrerebbe aver avuto origine proprio da un soggetto infettato da questa mutazione virale. E la persona in questione aveva già ricevuto entrambe le dosi del vaccino.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui