“Denise è viva e ha una figlia” il PM che si occupò delle indagini spiega perchè la sua è una certezza

0
727
Fonti ed evidenze: Adnkronos, Fanpage

Continuano a susseguirsi nuove rivelazioni sul caso di Denise Pipitone. Secondo il Pm che seguì il caso, la ragazza ormai adulta potrebbe aver avuto una figlia. 

Denise figlia 14 giugno 2021 leggilo.org

Sono passati ormai diciassette anni dalla scomparsa di Denise Pipitone e c’è chi non esclude che ormai la ragazza potrebbe anche avere una figlia. A rivelare questa teoria è Maria Angioni, l’ex Pm che seguì il caso nelle sue prime fasi e che è tornata a parlare della vicenda. L’ultima teoria sostiene che Denise sia viva: la ragazza – che avrebbe ormai poco più di 20 anni – avrebbe avuto una figlia negli anni passati lontano dalla sua  famiglia. “Nei giorni scorsi ho mandato in Procura foto e documenti che mi danno la personale certezza che sia viva; ha una famiglia, ha anche una figlia. Sono documenti che ho trasmesso solo alla procura della Repubblica e all’avvocato Frazzitta perché  molto delicati”, rivela l’ex magistrato che a sostegno della sua tesi – per dimostrare che non si tratta solo di una supposizione campata in aria – ha anche inviato agli investigatori prove e materiale legato alle indagini.

L’ex Pm ha parlato anche della pista “Rom” su cui le indagini si sono concentrate molto nell’ultimo anno. Secondo Angioni non ci sono prove certe che la ragazza sia stata rapita dai nomadi: “Non è detto che sia in una famiglia Rom, Denise va cercata in ambienti che siano da noi difficilmente ispezionabili. La pista dei nomadi è collegabile al video di quella signora di Milano, ma non sappiamo neanche se appartenga a questo gruppo. Diciamo che era un gruppo che forse chiedeva l’elemosina”. Se l’ipotesi di Denise madre di una bambina è al momento sostenuta solo dall’ex Pm, sul fatto che la ragazza sia ancora viva ci sono altre testimonianze: l’avvocato di Piera Maggio Giacomo Frazzitta rivelò dopo aver ricevuto alcune lettere da una fonte anonima che il contenuto della missiva non conteneva brutte notizie: “Non nel senso più tragico del termine”spiegò il legale.

Il caso di Denise Pipitone sembra avvicinarsi sempre di più ad una conclusione, almeno stando a chi come Maria Angioni continua a credere in una risoluzione positiva della vicenda. Mancano ancora i due elementi più importanti del caso: la località in cui si troverebbe Denise e soprattutto il colpevole.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui