Condanna confermata: nessuno sconto di pena per Edson Tavares condannato a 15 anni, 5 mesi e 20 giorni per aver sfregiato con l’acido la sua ex fidanzata Gessica Notaro. La Cassazione ha ufficialmente respinto la sua richiesta perchè: “Nessuna frustrazione amorosa può contribuire ad attenuare la gravità di chi procura sfregi permanenti”.

Gessica Notaro: "Nessuna attenuante per Edson Tavares" la decisione della Cassazione

Video–> “Nessuna attenuante per Edson Tavares perché ha colpito con l’acido”

Condanna confermata: nessuno sconto di pena e nessuna attenuante per Edson Tavares condannato a 15 anni, 5 mesi e 20 giorni per aver sfregiato con l’acido la sua ex fidanzata Gessica Notaro. La Cassazione ha ufficialmente respinto la sua richiesta perchè: “Nessuna frustrazione amorosa può contribuire ad attenuare la gravità di chi procura sfregi permanenti”. Così dopo anni di battaglie, la Cassazione ha deciso di negare qualsiasi richiesta, da parte dei legali dell’uomo, di poter usufruire di eventuali attenuanti. Scelta motivata dal fatto che “se le lesioni gravissime sono frutto di un piano ordito con lucida preordinazione di mezzi e modi e non soggetta a inscriversi in un contesto emotivo sopraffattorio della emotività“.

Tavares quindi dovrà scontare 15 anni, 5 mesi e 20 giorni di reclusione per l’aggressione con l’acido ai danni di Gessica con lo scopo di volerle cancellare l’identità. Secondo la Suprema Corte, infatti, Tavares ha agito con estrema “lucida preordinazione di mezzi e modi“.

Leggi anche–> Ciro Grillo, forse qualcuno ha davvero parlato troppo e finirà in carcere al posto suo, ma non sarà il padre

In una recente intervista rilasciata da Gessica a Le Iene, la ragazza ha raccontato ai microfoni di Italia 1, l’incubo che ha vissuto: “Gli avevo sentito far riferimento un po’ di volte a queste aggressioni con l’acido. Ti rovinerò la vita senza toccarti con un dito, diceva“. Della sera in cui Tavares ha compiuto l’atto d’aggressione la Notaro racconta: “Ho ancora tutto chiarissimo come se fossi ieri, rivivo la scena ogni tanto, la sera prima di addormentarmi. Mi è comparso all’improvviso da dietro il baule della macchina, velocissimo, e mi ha tirato questa bottiglia di acido. E io lì ho pensato: l’ha fatto veramente…”.

Tavares è stato condannato in primo grado a dieci anni per l’attacco con l’acido e a otto anni per stalking, processi che sono stati poi unificati, e per i quali a dicembre si è pronunciata anche la Cassazione aumentando la pena a 15 anni, 5 mesi e 20 giorni. Dopo tutti questi anni, adesso Gessica può provare a voltare pagina, ricostruendo la sua vita. Infatti sta provando a cancellare i segni lasciati da quell’aggressione, quella notte, sottoponendosi a diversi interventi chirurgici per provare a rivedere il suo volto, come ha dichiarato lei stessa: “Questo è un momento di svolta nella mia vita”.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da GESSICA NOTARO (@gessicanotaroreal)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui