Bambino di due anni ritrovato morto in un cassonetto. E chi l’ha gettato non era un estraneo

0
158
Fonti ed evidenze: Mirror, Fanpage

Un bambino di nemmeno due anni è stato vittima di un efferato omicidio: la Polizia ha già individuato un sospetto che lo avrebbe nascosto in un cassonetto. 

Athian Rivera 27 febbraio 2021 leggilo.org

Un ritrovamento shoccante quello effettuato dalla Polizia che ha ritrovato il corpo di un bambino di appena due anni scomparso da giorni dentro un cassonetto, distruggendo le speranze della madre che si era affidata agli agenti sperando di ritrovare in vita il piccolo. Athian Rivera, questo il nome del bimbo, è stato gettato come fosse un oggetto in un cassone vicino ad un condominio di Cheyenne nel Wyoming da un efferato omicida che la Polizia potrebbe aver già individuato. Infatti, secondo quanto rivelano gli agenti che stanno indagando sul caso, sarebbero già scattate le manette per un uomo di 27 anni – Wyat Lamb – compagno di Kassy Orona, la madre di Athian: gli agenti hanno fatto irruzione in casa del 27enne e lo hanno posto in stato di fermo per interrogarlo. Gli agenti non hanno voluto rivelare ai giornalisti dettagli in merito all’eventuale coinvolgimento di altre persone nel delitto: non vogliono infatti mettere in allerta eventuali complici che potrebbero fuggire all’arresto.

La ricerca del bambino che si è purtroppo conclusa proprio presso quel cassonetto a Cheyenne è partita dopo che Kassy ha denunciato la sparizione del piccolo dall’appartamento dove viveva: Polizia, Vigili del Fuoco ma anche semplici residenti desiderosi di aiutare hanno fatto del loro meglio per giorni cercando Athian ma sfortunatamente, i peggiori timori degli agenti si sono concretizzati. Ogni giorno mi sveglio e non riesco ad accettare quello che è successo e che non potrò più vederti sorridere o correre quando ti inseguivo per gioco”, ha dichiarato la madre. Athian aveva anche un fratellino che adesso dovrà crescere senza di lui. Gli agenti non hanno diffuso i risultati dell’autopsia ne ulteriori dettagli sul caso: quello che si sa è che il patrigno di Athian Rivera ha precedenti penali ma non sarebbero legati a maltrattamenti in famiglia o pedofilia il che renderebbe il suo orrendo gesto – qualora l’uomo fosse condannato – ancora più inatteso ed incredibile. Casi simili che coinvolgono i bambini purtroppo sono molto diffusi negli Stati Uniti ma anche nel nostro paese: ora, una raccolta fondi è stata attivata dai residenti di Cheyenne per aiutare la famiglia a sostenere le spese legali.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui