“Finché non crescerai un figlio non saprai cosa devi ai tuoi genitori”. E Margherita si è gettata nel vuoto abbracciando il piccolo

0
275
Fonti ed evidenze: Gazzettino, Fanpage

Tragedia a Vidor nei pressi del fiume Piave dove una donna di nome Margherita Bandiera ha deciso di suicidarsi lanciandosi giù dal ponte: con lei c’era il figlio.

Margherita Bandiera 23 febbraio 2021 Leggilo.org
Margherita Bandiera Facebook

Un gesto incredibile che nessuno si sarebbe mai aspettato quello di Margherita Bandiera, 31enne che si è tolta la vita con un volo dal ponte di Vidor sul fiume Piave. La donna ha compiuto il gesto irreparabile tenendo il figlio piccolo in braccio, quello stesso figlio per cui aveva recentemente abbandonato il lavoro per poter passare più tempo con la famiglia. Secondo le indagini condotte dagli inquirenti, la donna avrebbe preso la sua automobile, una Lancia Y e percorso il ponte di Vidor nel Trevignano. Lì ha accostato la macchina, è scesa e – stringendo in braccio il figlio – si è lanciata oltre la balaustra, precipitando nelle acque gelate sottostanti. Per Margherita Bandiera non c’è stato niente da fare ma il figlio è miracolosamente sopravvissuto al tentativo di omicidio: è ricoverato in ospedale in condizioni non preoccupanti.

I suicidi sono aumentati da quando le misure di distanziamento sociale hanno costretto molte persone con problemi psicologici a rimanere pressappoco isolate ma, stando a quanto hanno scoperto gli investigatori, dietro la tragedia di Margherita Bandiera c’è una storia più complicata. La donna infatti soffriva di un disturbo depressivo che sembrava ormai parte del suo passato da quando si era sposata dopo 10 anni di fidanzamento. Poi, l’arrivo di quel bambino che le aveva stravolto la vita inizialmente in positivo: Margherita aveva lasciato il lavoro da contabile, riprendendo gli studi in economia. Meno di due mesi fa un post in evidenza sulla sua pagina FB “Finchè non crescerai un figlio non saprai quello che devi ai tuoi genitori

Margherita aveva iniziato nuovamente a soffrire di una forte forma di depressione post parto che l’ha spinta a compiere l’irreparabile: “Non potevo immaginare che il bambino fosse in pericolo”, dice sconsolato il padre, incredulo di fronte alla tragedia che gli ha portato via la moglie e che poteva portargli via anche il figlio piccolo. In paese, tutti sapevano dei problemi di salute di Margherita ma nessuno si sarebbe mai aspettato un gesto simile: “Ora mio figlio mi da la forza di andare avanti, spero che lei abbia trovato la pace“, conclude l’uomo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui