Giorgia Martone: un intervento semplice e banale. Muore dopo sette minuti

0
332
Fonti ed evidenze: Corriere della Sera, Fanpage

Giorgia Martone, un volto famoso per il mondo dell’imprenditoria cosmetica, è deceduta dopo le complicazioni sopraggiunte in un intervento chirurgico di routine.

E’ molto raro che interventi di pochi minuti si rivelino fatali in un ospedale: ma sfortunatamente, è successo nel caso di Giorgia Martone, 41enne che si è spenta presso l’Ospedale San Giuseppe di Milano nel corso di una procedura medica di breve durata. A comunicarlo, gli stessi medici che hanno eseguito l’operazione: “Dopo sette minuti, ci sono state delle complicazioni sotto i ferri”, hanno spiegato i chirurghi che – pur facendo tutto il possibile – non sono riusciti a salvare la vita della donna che si era già sottoposta in passato alla stessa procedura medica di natura non diffusa che non poteva evitare: “Aveva molta paura dell’anestesia e degli aghi ma ha comunque affrontato questo intervento banale ma che non poteva evitare”, racconta la sorella Ambra.

Un decesso tragico e incidentale dunque, come purtroppo ne avvengono molti tutti i giorni, che i medici non hanno potuto prevenire. Giorgia Martone era impegnata presso l’azienda di famiglia, la famosa Lodi Spa che opera ormai dal 1975, fondata dal padre della stessa 41enne e gestiva sia ruoli relativi all’amministrazione della compagnia che il settore creativo. Si tratta di una ditta che commercia profumi e cosmetici, una delle prime ad iniziare a lavorare in questo campo in Italia: la donna amava molto il proprio lavoro ed aveva anche pubblicato di recente un testo chiamato “La grammatica del profumi”.

Oggi si sono svolti i funerali alla Basilica di Santa Maria della Passione a Milano e Ambra  ha letto queste parole per la sorella: “Sister, sono stata così fortunata ad averti nella mia vita, il nostro legame di sorelle è qualcosa di meraviglioso che ci è stato regalato da mamma e papà e che noi abbiamo reso speciale. Sei stata il pilastro della mia vita: sorella, migliore amica, confidente e consigliera, compagna di viaggio, socia nel lavoro, madrina dei mei bambini… Sei stata un dono, per me e per chi ti ha conosciuta e amata. Cara Giorgia, tutta la luce che hai regalato, oggi ci riempie. Ti porteremo sempre con noi, ma quanto ci mancherai“.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui