Palermo, bambina di 10 anni accetta una sfida su Tik Tok e muore soffocata

0
718
Fonti ed evidenze: Repubblica, Fanpage, Quotidiano

Un gioco trasformato in tragedia.  A Palermo una challenge estrema su Tik Tok ha portato a conseguenze impreviste per una bambina di soli 10 anni.

GettyImages/Filippo Monteforte

Ennesima tragedia innescata dai social. O meglio: da un uso eccessivo e scorretto dei social da parte dai giovanissimi. Questa volta a pagare le conseguenze di un gioco troppo pericoloso è una bimba di appena 10 anni, che per aver partecipato ad una challenge su Tik Tok, è stata ricoverata  nel reparto di rianimazione all’ospedale “di Cristina” di Palermo in gravi condizioni. La bambina è arrivata ieri in ospedale in arresto cardiocircolatorio dovuto a un’asfissia prolungata. A quanto pare la bambina si sarebbe legata una cintura alla gola per partecipare alla Black out challenge, una prova di soffocamento estremo. La sfida – divenuta virale attraverso Tik Tok – consiste nel fotografarsi o filmarsi  mentre si prova a provocarsi uno svenimento utilizzando  corde, sciarpe o quello che si trova. E, ovviamente, nell’epoca in cui essere sui social è sinonimo stesso di esserci nel mondo, la foto o il filmato devono venire postati e condivisi.

La bambina purtroppo non ce l’ha fatta ed è morta. Era arrivata in ospedale in condizioni, molto critiche poiché il suo cuore  si  era per alcuni  minuti prima di ricominciare a battere  La bimba, forse per non venir scoperta, ha fatto tutto nel bagno. Quando i genitori si sono accorti di quanto stava accadendo l’hanno liberata dalla cintura e portata in ospedale. La direzione sanitaria è in contatto con le forze dell’ordine e con la magistratura. La polizia  ha già sequestrato il cellulare della bambina.

Non si tratterebbe della prima vittima di Tik Tok. Nel 2018 un ragazzino di 14 anni, Igor Maj, venne trovato morto asfissiato nella casa di famiglia a Milano con una corda da roccia stretta attorno al collo. Secondo la famiglia, il ragazzo aveva partecipato alla Black out challenge. Si tratta di un pericoloso fenomeno che negli States è noto da decenni ma che, per ora, nessuno è ancora riuscito a fermare.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui