Genzano, un infermiere manda la foto del suo garage ad un’amica “Mi ucciderò qui”

0
397
Fonti ed evidenze: Messaggero

A Genzano un operatore sanitario di 37 anni si è tolto la vita. Poco prima del suicidio, l’uomo ha telefonato ad un’amica per annunciare il suo intento.

Genzano suicidio 9_1_21 leggilo.org
Getty Images/Michele Lapini

Non sono arrivati in tempo per fermarlo nonostante la stessa vittima avesse già minacciato di mettere in atto l’estremo gesto: il comune di Genzano è rimasto sconvolto per il suicidio di un 37enne che prima di compiere l’estremo gesto, ha avvisato un’amica, parlandole delle sue intenzioni di farla finita. E’ successo nella notte tra l’8 ed il 9 gennaio nel comune laziale: una donna ha ricevuto una raccapricciante telefonata in cui il suo amico – originario di Acilia, quartiere periferico della Capitale – le ha rivelato di volersi uccidere. Il fatto è avvenuto attorno a mezzanotte. La donna ha chiamato i Carabinieri di Genzano, prendendo immediatamente sul serio la spaventosa chiamata con la minaccia di suicidio appena ricevuta

Mentre i militari dell’Arma si muovevano per raggiungere l’uomo e verificare la veridicità della telefonata – accompagnati dai Vigili del Fuoco che hanno poi sfondato la porta dell’abitazione – il 37enne ha inviato un messaggio multimediale alla donna con una foto del suo garage con la dicitura: “Mi ucciderò qui”Sfortunatamente, all’arrivo dei Carabinieri, il 37enne aveva già realizzato il suo tremendo proposito: l’uomo – impegnato come operatore sanitario presso il comune di Pomezia – è stato trovato impiccato ad un tubo metallico del suo garage, proprio come aveva precedentemente minacciato nel messaggio. Le Forze dell’Ordine non hanno potuto fare altro se non constatare il suo decesso. Non si tratta sfortunatamente dell’unico episodio simile avvenuto negli ultimi mesi: da quando è iniziato il lockdown, i suicidi sono drasticamente aumentati nel nostro paese, per tante ragioni che comprendono liti domestiche, condizioni psicologiche che vanno peggiorando nel tempo e problemi economici. In questo caso però, la dinamica dell’accaduto è tutta da accertare ed è presto per avanzare ipotesi, compito che spetterà agli investigatori che ora seguono il caso: l’uomo era anche un padre di famiglia e lascia la compagna ed la figlia. Sfortunatamente, la disperata corsa degli agenti e dei Vigili del Fuoco non è bastata a prevenire il dramma.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui