Ragazza di 22 anni in condizioni gravissime. Era con Salvatore, lui è morto subito

0
537
Fonti ed evidenze: Messaggero, Treviso Today

Incidente a Silea, in provincia di Treviso. Deceduto il 27enne Salvatore Aprile, gravissima la ragazza che era con lui.

Salvatore_Aprile 07.01.21 Leggilo.org

Il 2021 non è iniziato nel migliore dei modi gli incidenti sulle strade del Paese continuano a mietere vittime. Alle 4.39 di questa mattina a Silea – Treviso – ha perso la vita un giovane di appena 27 anni. Il ragazzo si è schiantato contro un muretto e un palo dell’alta tensione in via Belvedere, dopo essere finito fuori strada con l’auto, una Mini con targa svizzera su cui viaggiava insieme ad una ragazza.

La vittima si chiamava Salvatore Aprile, classe 1993, originario di Barletta ma residente a Roncade, dove viveva insieme ai genitori in via Longhin. Faceva il barista e aveva lavorato in alcuni locali, tra cui la “Capannina” a Jesolo, oltre che al bar del centro commerciale Arsenale a Roncade. Fino a sei mesi fa era impegnato a Parigi, in un locale, lo Chez Pierrot “Antonio e Antonio” dove ha lavorato come cameriere per circa un anno. Innamorato della sua terra, il Salento, sognava di potervi fare ritorno e viverci. Al momento dello schianto, insieme a lui vi era la 22enne M.M.V., residente in Svizzera.  La ragazza è ricoverata in gravi condizioni all’ospedale Ca’ Foncello di Treviso.

L’auto su cui i due viaggiavano, stava procedendo da Casale sul Sile in direzione di Roncade. In prossimità di una curva a sinistra, Salvatore è sbandato verso destra, schiantandosi violentemente prima contro il muretto di cinta di un’abitazione e poi contro un palo dell’Enel. Il veicolo, sbalzato  verso la parte sinistra della carreggiata, si è capovolto. Medico e infermieri del Suem 118, giunti sul posto, non hanno potuto far nulla per salvare la vita al  giovane barista che è  morto sul colpo a causa delle gravi lesioni riportate nell’impatto. Si ipotizza che a causare l’incidente sia stato un improvviso malore della vittima. Anche se non si esclude che possano aver determinato lo sbandamento dell’auto la nebbia e l’asfalto viscido. Sul posto, oltre al personale medico, sono intervenute  alcune squadre dei vigili del fuoco di Treviso e una pattuglia della polizia stradale che ha svolto sul posto i rilievi del caso e ora indaga sulla tragedia.  Il funerale di Salvatore Aprile sarà fissato nei prossimi giorni, non appena il magistrato firmerà il nullaosta.

 
 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui