“Chiusure, scelta giusta. Se non lo faceva Conte provvedevo io”, dice Nicola Zingaretti

0
70
Fonti ed evidenze: Facebook Nicola Zingaretti, Repubblica

Dopo le polemiche di ieri, il segretario Pd Nicola Zingaretti promuove il pacchetto di misure varato dal Governo: “E’ stata una scelta giusta”, dice. E rilancia sui fondi Next Genaration EU. 

Dopo un’attesa febbrile, durata giorni e segnata da forti polemiche, nella serata di ieri il Premier Giuseppe Conte ha ufficializzato in conferenza stampa il varo delle misure che definiranno la stretta in vista del Natale. A testimoniare la tensione palpabile che ha caratterizzato le ore precedenti all’ultimo, decisivo Consiglio dei Ministri, erano arrivate nel pomeriggio di ieri le parole di alcuni Governatori di Regione, che avevano messo in atto un forte pressing finalizzato ad assicurarsi che il nuovo pacchetto di provvedimenti comprendesse misure dure e in tempi rapidi.

Tra questi anche il segretario del Pd – e Presidente della Regione Lazio – Nicola Zingaretti, che aveva sottolineato l’urgenza di arrivare a breve ad una definizione chiara e definitiva, paventando addirittura l’ipotesi di proclamare autonomamente una zona rossa locale sul proprio territorio di competenza in mancanza di un provvedimento in questa direzione da parte del Governo: “Ne discuteremo con l’assessore e con il comitato scientifico. Io confido che nella giornata di oggi ci siano decisioni che permettano a tutti di orientarsi“, ha spiegato il Governatore. “Qualora non ci fosse un provvedimento nazionale, sicuramente il Lazio avrà un’ordinanza regionale per passare il Natale e il Capodanno in sicurezza“, aveva affermato.

Un modo per mettere pressione all’Esecutivo, apparso negli ultimi giorni incagliato in una eterna discussione interna dalla quale sembrava non essere più in grado di trovare uno sbocco. Oggi, all’indomani del varo delle nuove regole, Zingaretti utilizza toni più pacati nei confronti del Governo, sostanzialmente promuovendo il pacchetto di misure illustrato nella serata di ieri da Conte: “Il Governo ha varato nuove misure di contenimento, molto severe, per contenere la pandemia. Accanto a questo, ha definito e programmato nuovi sostegni per le attività economiche colpite“, ha scritto poco fa in un post apparso sul proprio profilo Facebook il segretario Pd. “È stata una scelta giusta e il Partito Democratico, la nostra delegazione, ha sollecitato e spinto in questa direzione. Ce ne assumiamo tutta la responsabilità“.

Secondo Zingaretti l’unico modo per tutelare efficacemente la nostra economia è garantire un serio contrasto alla diffusione del virus, visto che “troppe vite sono state interrotte a causa dell’aumento dei contagi“. Per questo motivo è particolarmente importante, secondo il Governatore, che l’Esecutivo abbia evitato di ripetere quegli errori di sottovalutazione costati molto cari la scorsa estate.

I prossimi passi, fondamentali, per il futuro del Paese coinvolgono inevitabilmente lo sviluppo di progetti per il miglior utilizzo dei fondi Next Generation EU, di cui secondo Zingaretti è urgente approvare una bozza per poi “avviare il percorso parlamentare e coinvolgere il Paese nelle scelte strategiche sul futuro“. L’obiettivo, infatti, non dev’essere un ritorno “all’Italia pre – Covid“, caratterizzata da troppe disuguaglianze, ma si deve puntare a sfruttare questa occasione per realizzare “un nuovo patto italiano“. A tal fine, il Governatore elenca anche i punti fondamentali dell’agenda di Governo che, dal suo punto di vista, dovrà dare l’indirizzo politico alle scelte del Paese: “scuola, ricerca, impresa, digitale, svolta green, infrastrutture, per ottenere lavoro, inclusione, competitività, parità di genere“. Impegni che, conclude il segretario dem, la politica deve assumersi per le generazioni future, “per chi oggi ha 20 anni e per chi sta nascendo ora, in questo momento“.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui