Coronavirus, la Danimarca abbatterà oltre un milione di visoni contagiati

0
6

Coronavirus: il provvedimento drastico è stato annunciato dalle autorità danesi per evitare che il contagio possa arrivare all’uomo

Coronavirus

Il governo della Danimarca, nella persona del ministro dell’Ambiente e dell’Alimentazione Morgens Jensen, ha confermato il provvedimento. Il rischio è che gli animali infettati dal virus SARS-Cov-2 possano contagiare anche l’uomo, facendo allargare il numero dei positivi nel paese nordico. Che ad oggi rimane il più grande produttore di pelliccia di visone nel mondo. Sul piede di guerra ovviamente le associazioni animaliste della Danimarca. Ma anche degli altri paesi. Già nei mesi scorsi il provvedimento drastico era stato preso per 11mila visoni sparsi per i vari allevamenti del paese. Ad oggi il numero dei visoni contagiati che dovranno essere abbattuti è di circa un milione. Il ministro Jensen ha fatto sapere ai media locali che l’obiettivo dovrà essere quello di evitare rischi che possano provenire dagli allevamenti di visone. Si tratta di 41 allevamenti finiti sotto accusa, con il forte rischio anche per il personale che lavora all’interno di queste strutture di rimanere contagiato. Per questo motivo si è arrivati a questa drastica e forte decisione. Questo provvedimento fa tornare di moda la discussione della possibile trasmissione da uomo ad animale e viceversa. Tanti i dubbi e poche le certezze ad oggi, con questo enigma che purtroppo si porta avanti da mesi. Senza che sia stata fatta chiarezza. Anche altri paesi hanno dovuto abbattere i visoni per lo stesso motivo. Parliamo di numeri inferiori a quelli della Danimarca. La Spagna nei mesi scorsi ha abbattuto 93mila animali che sono risultati positivi in una fattoria. Stesso provvedimento anche in Olanda, con l’abbattimento di circa 1500 visoni risultati positivi. La pandemia purtroppo non rallenta in tanti paesi nel mondo, con le conseguenze drastiche che come possiamo vedere spesso sono non solo per gli uomini ma in alcuni casi anche per gli animali.

Coronavirus

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui