E’ finito in tragedia un tentativo di rapina a Bassano del Grappa, in provincia di  Vicenza. I due rapinatori, dopo aver sottratto un orologio di valore ad un uomo, si sono schiantati contro un’altra auto. L’incidente è stato fatale per una donna romena di 33 anni. 

 

L’ultimo colpo, l’ultimo tentativo di fuga si è trasformato in tragedia, con l’auto con cui cercava di allontanarsi a schiacciarla fino a toglierle la vita. E’ morta così Angela Mariana Constantin – probabilmente un nome falso utilizzato nel corso delle proprie attività criminali, una donna romena di 33 anni, autrice insieme ad un complice di una lunga serie di furti negli ultimi anni. Come riporta Il Corriere del Veneto, due hanno messo a segno decine di colpi nell’area del vicentino, tanto da guadagnarsi il soprannome di Bonny e Clyde. E giovedì scorso, a Bassano del Grappa, in provincia di Vicenza, è andata in scena la loro ultima rapina: intorno a mezzogiorno, la donna aveva sottratto dal polso di un uomo un orologio Rolex di grande valore – circa 29 mila euro – dopo averlo avvicinato in pieno centro, lungo viale Venezia. Pochi metri più in là, c’era il suo complice ad attenderla,
Adrian Dumitru, pronto a partire non appena lei lo avesse raggiunto a bordo di una Ford Fiesta azzurra. Proprio la fretta di abbandonare il luogo della rapina ha probabilmente condotto al tragico incidente che costerà la vita alla donna. Nei pressi di un semaforo, infatti, durante un tentativo di sorpasso azzardato l’uomo alla guida non è riuscito ad evitare una Clio, guidata da una trentenne del posto, che aveva iniziato la manovra per svoltare a sinistra. Lo scontro è stato inevitabile e violento. La rapinatrice, che sedeva sui sedili posteriori, proprio dietro al conducente, è stata catapultata fuori dal finestrino. Un istante dopo, la donna rimaneva schiacciata sotto il peso della stessa auto su cui viaggiava, ribaltatasi su un fianco per via dell’inerzia dovuta allo schianto.

A quel punto il complice, rimasto illeso secondo la ricostruzione di Fanpage, si è dato alla fuga dopo aver tentato di recuperare l’orologio rubato dalle mani della complice, a quel punto già morta. Decisivo l’intervento di un Vigile del Fuoco che, avendo assistito alla scena e intervenuto per prestare soccorso, ha notato l’uomo che si allontanava e lo ha immediatamente bloccato. Nel frattempo, accorrevano sul posto anche i Carabinieri, chiamati poco prima dalla vittima della rapina.

Sono ancora in corso le indagini condotte dai Carabinieri della Compagnia di Bassano del Grappa, guidata dal maggiore Filippo Alessandro per risalire alla vera identità dei due rapinatori. Sull’uomo, gravano ora le accuse di omicidio stradale e rapina. Dall’inchiesta si cercherà di far emergere anche quali fossero i rapporti tra i due ladri: non è escluso infatti che oltre ad una collaborazione nelle attività di malavita, i due potessero essere una coppia.

 Buone notizie, invece, per quanto riguarda l’altra donna coinvolta nell’incidente. Dopo l’impatto è stata sottoposta alle cure dei sanitari ma le sue condizioni sono apparse buone sin dal primo momento e non sono allo destano alcun tipo di preoccupazione.

Lorenzo Palmisciano

Fonte: Il Corriere del Veneto, Fanpage

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui