Mauro Corona: “Lite con la Berlinguer? Chiedo scusa, non bevo da 40 giorni”

0
7

Mauro Corona ha avuto un diverbio con la giornalista e conduttrice di Carta Bianca. Ma lo scrittore è tornato sui suoi errori chiedendo scusa

Mauro Corona

La lite in diretta televisiva tra lo scrittore e la giornalista ha lasciato il pubblico senza parole. Anche perché Bianca Berlinguer ha sempre tenuto in grande considerazione il suo ospite quasi fisso nella trasmissione “Carta Bianca”. Un episodio che la Rai ha definito inaccettabile, con i vertici dell’azienda pubblica che nelle scorse ore avevano fatto sapere di voler prendere dei provvedimenti nei confronti dello scrittore. Che in diretta aveva dato della “gallina” alla Berlinguer. Frase che ha scatenato tantissime critiche verso di lui, che prima di questo scivolone era considerato un personaggio anche simpatico dal pubblico. Il dietrofront è arrivato qualche ora fa. Ed è stata Daria Bignardi, nella sua trasmissione radiofonica, ad ospitare lo scrittore che si è prontamente scusato. La sua frase “Stai zitta gallina” sarebbe stata detta in un momento di stizza all’interno della trasmissione. Mauro Corona ha sottolineato di vivere un momento particolare che lo sta portando a non toccare alcool da 40 giorni. “Dopo anni di bevute adesso sono abbastanza nervoso. Me lo dicono tutti, anche le mie figlie” ha tentato di giustificarsi lo scrittore. Che però ha chiesto scusa per il suo comportamento, a Bianca Belinguer ed a tutte le donne. “Io ho tre figlie, le mie non erano accuse verso le donne. Anzi, nei miei libri la donna ne esce sempre con grande dignità e forza”. Lo scrittore ha anche affermato che nella notte ha riflettuto su quello che aveva detto. Definendosi “Maleducato cafone e rozzo” con il suo atteggiamento nei confronti della famosa giornalista. Le scuse sono andate a “tutte le persone che mi hanno ascoltato e a Bianca Berlinguer. Non perché temo ripercussioni nei miei confronti, ma perché mi sono reso conto di essere stato un cretino ed un maleducato”.

Bianca Berlinguer

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui