Home Cronaca Milano: 34enne violentata a Porta Nuova, massimo riserbo sulla nazionalità di lui

Milano: 34enne violentata a Porta Nuova, massimo riserbo sulla nazionalità di lui

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:14
CONDIVIDI

Una 34enne è stata stuprata a Milano, nella zona di Porta Nuova, mentre stava rientrando a casa. Si sospetta si tratti di uno straniero.

 

Sono le 5 e mezza di mattina del 26 agosto quando i poliziotti di passaggio vedono una giovane donna barcollare su un marciapiede. Siamo a Milano, in una delle zone più centrali e frequentate – la zona di Porta Nuova – vicino alla rinomata Corso Como e a piazza Gae Aulenti. La donna – riferisce Fanpage – racconterà poi alle Forze dell’ordine di essere stata aggredita alle spalle mentre stava rientrando a casa: “Non mi ricordo nulla, forse mi hanno anche violentata”. E purtroppo gli esami della clinica Mangiagalli confermeranno: la ragazza ha subito una violenza sessuale.

Ci vorrà qualche ora però prima che si riesca a fare una ricostruzione completa di quanto accaduto perché, in quel momento la donna – piena di lividi – era completamente sotto choc e non è riuscita a sporgere denuncia. Ha preferito firmare e tornare a casa. Solo in seguito, grazie al supporto degli psicologi, è riuscita a parlare. E’ emerso che la vittima è una polacca di 34 anni che vive e lavora a Milano. Quella sera era uscita a bere qualcosa in Corso Como con alcuni amici e si stava dirigendo verso la sua abitazione quando qualcuno l’ha sorpresa alle spalle e trascinata verso una delle scalinate che fiancheggiano piazza Gae Aulenti. Qui si sarebbe consumato lo stupro ma nessuno ha visto né udito niente

Al momento – spiega il Corriere della Sera – gli inquirenti stanno cercando lo stupratore. A supporto delle indagini vi sono le tracce biologiche dello stupratore rinvenute grazie alla visita effettuata alla donna la notte stessa della violenza. Seppure nel massimo del riserbo i primi risultati delle indagini fanno sospettare che l’aggressore sia uno straniero. Il caso appare molto simile a quello di qualche mese fa al Monte Stella, sempre nel capoluogo lombardo, dove una donna di 45 anni venne stuprata da un senegalese di 24  mentre era a passeggio con il suo cane.

Samanta Airoldi

Fonte: Corriere della Sera, Fanpage