Home Politica Un incompetente, un piccolo uomo sessista. Ecco chi è Salvini per Elsa...

Un incompetente, un piccolo uomo sessista. Ecco chi è Salvini per Elsa Fornero

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:51
CONDIVIDI

Il sondaggio lanciato dalla Lega per la scelta del ” peggior ministro della storia” fa scatenare le polemiche. Nell’elenco solo donne. “Sessista”, tuonano sui social. Per Elsa Fornero Ministro del Lavoro e della Politiche Sociali nel Governo a guida Mario Monti, Matteo Salvini è “un piccolo uomo che non si rende conto della sua pochezza

Persona buona a nulla, sciocca e ignorante o goffa. Sono i nuovi attributi che si è guadagnato Matteo Salvini in meno di dieci giorni, e spiegano cosa intendono il ministro dell’Istruzione Lucia Azzolina e l’ex ministro Elsa Fornero quando gli danno del “gaglioffo”. Infatti alla reazione di Azzolina agli attacchi subiti dal leader della Lega giorni fa, si è unita la Fornero, che però in un’intervista a Repubblica assicura di non voler perdere tempo parlando di Salvini, “un piccolo uomo che non si rende conto della sua pochezza”, afferma. “Non voglio occuparmi di chi parla a sproposito di cose che non conosce, mostrando i muscoli come fa Salvini da gaglioffo qual è”, conclude l’ex ministro. La nuova polemica è nata a seguito del sondaggio lanciato dalla Lega sulla pagina Facebook ufficiale Lega – Salvini premier, che ha chiesto di scegliere “il peggior ministro della storia“. Nella scelta però sono presenti soltanto quattro nomi, e tutte donne: il ministro dell’interno Luciana Lamorgese, il ministro dell’Istruzione Lucia Azzolina, quello dell’Agricoltura Teresa Bellanova e l’ex ministro del Lavoro Elsa Fornero. Nel giro di un giorno – fa sapere Il Fatto Quotidiano – il post è stato condiviso più di 400 volte e ha ottenuto 5mila commenti. Molti di loro, fatti da sostenitori di Salvini, sono critiche pesantissime alle quattro donne. Altri invece hanno picchiato duro proprio sulla Lega: “I peggiori della storia? Siete voi”.

Post della Lega su Facebook

Un sondaggio che ha fatto arrivare la polemica anche all’esecutivo. Per il sottosegretario all’Interno Achille Variati, è ormai inutile criticare “Salvini e la sua banda, che giorno dopo giorno producono liquami e veleni per intossicare il dibattito pubblico italiano”, ha commentato, riportato dal Corriere della Sera. A Variati ha replicato Vittorio Sgarbi: “Sessismo? Uno critica un ministro ed è sessismo? Ma che roba è? In quanto donne non vanno criticate? Ma che razza di giornalismo è questo?”. E anche Matteo Salvini a L’Aria che tira su La7 si è difeso, respingendo le accuse di sessismo.

Fonte: Repubblica, Il Fatto Quotidiano, Corriere della Sera