Home Politica Al via la nuova era grillina: PD e M5s si alleano nella...

Al via la nuova era grillina: PD e M5s si alleano nella città natale di Luigi Di Maio

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:11
CONDIVIDI

Dopo l’annuncio della “nuova era” grillina, Pd e M5s si alleano per le elezioni comunali di Pomigliano d’Arco e presentano il primo candidato unico giallorosso. 

 

Il mio passo indietro ne farà fare parecchi avanti alla mia Città”. Così Dario De Falco – membro dello staff del sottosegretario alla presidenza del Consiglio Riccardo Fraccaro – ha annunciato tramite Facebook il primo aspirante sindaco giallorosso. Fino ad ora i Cinque Stelle avevano sempre voluto correre da soli in comuni e Regioni. Ma con l’inizio della “nuova era” grillina le cose cambiano. La prima città in cui si tenterà l’esperimento sarà  Pomigliano d’Arco, che ha dato i natali al ministro degli Esteri Luigi Di Maio e il candidato prescelto come simbolo dell’alleanza tra Cinque Stelle e Dem è Gianluca Del Mastro

Ieri notte i rappresentanti delle forze che compongono il nuovo laboratorio politico di Pomigliano hanno scelto Gianluca…

Pubblicato da Dario De Falco su Lunedì 17 agosto 2020

 

 

Tra i primi a commentare l’accordo raggiunto – riporta Il Fatto Quotidiano – è intervenuto Sandro Rutolo, senatore del gruppo Misto: “Avevamo sempre auspicato e lavorato per una alleanza strategica M5s e Pd. E ora i tempi sono maturi”, ha commentato il senatore. L’aria di coalizione locale si era iniziata a subodorare dallo scorso 13 agosto, quando grillini e Dem avevano ritirato le cause in tribunale che li vedevano contrapposti. Il giorno seguente, gli elettori pentastellati avevano dato il loro ok sulla piattaforma Rousseau per il via libera al terzo mandato e per le alleanze con i partiti tradizionali anche per le corse in Regioni e comuni. Il capo della Farnesina, nonché ex leader dei Cinque Stelle, aveva subito commentato i risultati delle votazioni online utilizzando parole come “nuova era“, “evoluzione naturale delle cose“. E così, dopo una notte di votazioni online, alcuni di quelli che erano i capisaldi dei Cinque Stelle nel 2018 sono stati superati in direzione di una maggiore flessibilità e di uno sguardo  più esteso verso il futuro. 

Fonte: Dario De Falco Facebook, Il Fatto Quotidiano