Home Politica M5S, via libera al terzo mandato: “Avanti a testa alta, noi non...

M5S, via libera al terzo mandato: “Avanti a testa alta, noi non rubiamo”, dice Virginia Raggi

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:54
CONDIVIDI

La piattaforma grillina Rousseau ha dato il via libera al terzo mandato e alle alleanze con i cosiddetti “partiti tradizionali”. Da oggi i Cinque Stelle volto radicalmente.

L’odore del cambiamento si annusava già da tempo. Dai ripensamenti in merito ai ristoranti chiusi la domenica fino all’utilizzo delle auto blu: che il Movimento Cinque Stelle fosse in una fase di “passaggio” lo si era già intuito. Ma con il via libera di Rousseau al terzo mandato e alle alleanze con i cosiddetti “partiti tradizionali” il “cambio look” stavolta sembra proprio radicale. La piattaforma online dei grillini – riporta La Stampa – ha approvato entrambi i quesiti posti dal leader Cinque Stelle Vito Crimi. A partecipare alle due votazione 48.975 aventi diritto. Il quesito sul terzo mandato è stato approvato con il consenso dell’80,1% dei votanti mentre quello circa le alleanze ha riscosso il 59,9% voti a favore. Davide Casaleggio – figlio dello storico co-fondatore Gian Roberto – si è detto entusiasta per la grande partecipazione alle votazioni che riconfermano lo spirito del Movimento dove le decisioni si prendono tutti insieme. Il Ministro degli esteri – nonché ex capo dei pentastellati – Luigi Di Maio ha dichiarato che da oggi per il Movimento si apre una nuova era: “Da oggi inizia una nuova era per il Movimento Cinque Stelle. Oggi abbiamo deciso di incidere, oggi abbiamo scelto di provarci. Si riparte ascoltando i territori. Viva il Movimento Cinque Stelle”. Non certo meno soddisfatta il primo cittadino della Capitale Virginia Raggi che ora ha la piena approvazione degli elettori per potersi ricandidare come sindaco di Roma. In un post su Facebook ha scritto: “Mi ricandido. Ora avanti a testa alta. Sappiamo che siamo scomodi a tanti ma noi sappiamo sempre rialzarci perché crediamo in un progetto”. E ha specificato: “noi non rubiamo“. Non si sa se la sindaca Capitolina si stesse riferendo allo scandalo dei furbetti del bonus che ha visti coinvolti diversi consiglieri e deputati. Fino a ieri erano usciti fuori solo i nomi dei deputati della Lega ma questa mattina è saltato fuori anche il nome del terzo parlamentare che ha incassato il bonus di 600 euro: il grillino Marco Rizzone.

Mi ricandido. Ora avanti a testa alta. #InsiemeGrazie a tutti per il sostegno e l’incoraggiamento che non avete mai…

Pubblicato da Virginia Raggi su Venerdì 14 agosto 2020

Samanta Airoldi

Fonte: La Stampa, Virginia Raggi Facebook