Home Cronaca Niente cassa integrazione ma Reddito di Cittadinanza ad un proprietario di 40...

Niente cassa integrazione ma Reddito di Cittadinanza ad un proprietario di 40 immobili

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:49
CONDIVIDI

La Guardia di finanza ha scoperto un uomo di 84 anni che percepiva il Reddito di cittadinanza pur essendo proprietario di 40 immobili.

Accade a Lanciano, in provincia di Chieti: la Guardia di finanza ha denunciato un uomo di 84 anni che percepiva il Reddito di cittadinanza pur ricavando circa 120.000 euro l’anno dall’affitto di ben 40 immobili. L’uomo – riporta Fanpage – nel fare richiesta per il sussidio statale aveva omesso di dichiarare le proprietà riconducibili ad una società intestata alla moglie e al figlio. Ora il beneficio gli verrà revocato e l’84enne rischia fino a 6 anni di carcere. Oltre al Reddito di cittadinanza l’uomo percepiva anche la pensione sociale.

Meno di una settimana fa – riportava la Gazzetta del Mezzogiorno – tra Lecce e Brindisi sono stati scovati altri 15 furbetti del Reddito. Il trend sembra in forte aumento rispetto all’anno scorso. In particolare l’ispettorato territoriale ha individuato diversi soggetti che percepiscono il sussidio e, nel contempo, lavorano in nero. Tra i tanti casi è stato scoperto un percettore del Reddito che era anche amministratore unico di ben 9 società.

Ma anche senza contare i furbetti, la misura fortemente voluta dall’ex capo Cinque Stelle Luigi Di Maio non sembra aver portato a risultati soddisfacenti. Stando all’ultimo Rapporto della Corte dei conti – spiega Il Tempo – fino al 10 febbraio, su circa 2,4 milioni di percettori solo 40.000 avevano trovato un impiego. E, soprattutto, la riforma dei centri per l’impiego non sembra aver contribuito in misura consistente a facilitare l’occupazione. Infatti anche tra i pochi che hanno trovato un lavoro, lo hanno trovato , per la maggior parte, grazie a contatti personali. Un flop su tutta la linea dunque, secondo la Corte dei conti. Come un flop si è rivelata l’App per collegare domanda e offerta. La Corte dei conti ha concluso che se il Reddito di cittadinanza fosse stato considerato come una mera misura assistenzialista, tutto sommato,avrebbe raggiunto il suo obiettivo. Ma essendo stato pensato come un modo per rilanciare l’occupazione, l’obiettivo è stato mancato e anche di molto.

Fonte: Fanpage, La Gazzetta del Mezzogiorno, Il Tempo