Home Politica De Luca: “In Campania tutto sotto controllo ma indispensabile prorogare lo stato...

De Luca: “In Campania tutto sotto controllo ma indispensabile prorogare lo stato di emergenza”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:14
CONDIVIDI

Il Governatore della Campania Vincenzo De Luca ritiene assolutamente indispensabile prorogare lo stato di emergenza. Tuttavia puntualizza che in Campania è tutto sotto controllo e sono pure tornati i turisti.

I dati del Ministero della Salute in merito alla situazione di oggi ci informano che i casi attualmente positivi scendono a 12.473, segnando una decrescita di 20 unità. Nelle ultime ventiquattro ore 20 morti che portano il totale a 35.017. Il numero complessivo dei dimessi e dei guariti sale a 196.246, con un incremento di 230 persone. I pazienti ricoverati scendono a 750, -47 rispetto a ieri mentre nelle terapie intensive 53 assistiti, – 4 rispetto a ieri. Ad oggi, in Italia, il totale delle persone che ha contratto il virus è 243.736, +230 rispetto a ieri.

De Luca dalla parte di Conte, a favore della proroga dello Stato di Emergenza

Nonostante la continua decrescita dei casi positivi, la scorsa settimana – durante una conferenza stampa sul Mose – il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha preannunciato l’intenzione di prorogare lo Stato di Emergenza fino al 31 dicembre. Dalla sua parte il Ministro della Salute Roberto Speranza, il segretario Dem Nicola Zingaretti e il Comitato scientifico capeggiato dal virologo Walter Ricciardi. E alla schiera dei sostenitori ora – riferisce Fanpage – si aggiunge anche il Governatore – ricandidato – della Campania Vincenzo De Luca. De Luca ha dichiarato che la proroga voluta dal premier è assolutamente indispensabile anche se – a suo dire – la situazione della sua Regione è perfettamente sotto controllo e, addirittura, diverse località hanno già fatto il tutto esaurito per i turisti. “Abbiamo riaperto l’Italia da un mese. La proroga è una misura assolutamente indispensabile. In Campania, tuttavia, registriamo un’elevatissima presenza di turisti, da due mesi abbiamo il tutto esaurito”.

Proprio in questi giorni – spiega ancora Fanpage – in Campania  sono emersi 6 nuovi casi di Covid  nel campo rom di Secondigliano, nella periferia settentrionale di Napoli. La Asl, per evitare un’ulteriore diffusione del virus, ha raccomandato a chi vive nei paraggi di restare in casa ma non essendoci alcun controllo a vigilare, il rischio che le persone escano – tanto dalle abitazioni quanto dal campo rom – e si possa generare un nuovo focolaio non è da escludere. Ma De Luca si affretta a rassicurare: “Qui non siamo mica in Lombardia. Lì ancora litigano per capire di chi era la responsabilità di istituire le zone rosse. Qui quando c’è l’ombra di un pericolo si chiude tutto. In Campania è tutto sotto controllo”. Ma nonostante abbia dichiarato essere tutto controllo il Governatore campano – riferisce Salerno Today – ha deciso di prorogare fino al 31 luglio le norme restrittive attualmente in vigore.

Gli attacchi di De Luca tuttavia non si limitano solo alla Regione Lombardia a trazione Centrodestra. Il governatore campano non risparmia frecciatine neppure contro il Governo o esponenti Dem come il segretario del PD Nicola Zingaretti. Intervistato dal giornalista Bruno Vespa durante la giornata delle Alis – riferisce la Repubblica – De Luca ha dichiarato: “Noi abbiamo anticipato di 20 giorni le misure del Governo. Abbiamo fermato subito la movida mentre qualche segretario di partito andava a fare gli aperitivi a Milano. E siccome Dio c’è, si è preso il Covid”.

Fonte: Fanpage, Salerno Today, Repubblica, Ministero della Salute