Home Politica Vittorio Sgarbi insulta Mara Carfagna: portato di peso fuori dall’Aula

Vittorio Sgarbi insulta Mara Carfagna: portato di peso fuori dall’Aula

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:55
CONDIVIDI

L’onorevole Vittorio Sgarbi, prima del voto sul decreto Giustizia, ha definito “criminali” i magistrati e insultato le  forziste Mara Carfagna e Giusi Bartolozzi. E’ stato portato di peso fuori dall’Aula dagli assistenti parlamentari.

sgarbi espulso aula carfagna

Continuano a dare spettacolo gli interventi in Aula dell’onorevole Vittorio Sgarbi. Dopo le sue affermazioni su Coronavirus, questa mattina, poco prima del voto sul decreto Giustizia – riferisce La Stampa – Sgarbi ha preso la parola per lasciare tutti i presenti senza parole. Il critico dell’arte ha esordito con un duro attacco contro la magistratura:  “Dobbiamo aprire urgentemente una commissione d’inchiesta contro magistrati che fanno l’opposto di quello che è il loro lavoro, peggio dei criminali. Ci troviamo di fronte alla nuova tangentopoli. E ricordiamo che Cossiga definiva quell’associazione un’associazione mafiosa”. Sgarbi ha chiamato in causa anche il pm Luca Palamara, recentemente espulso dall’Associazione Nazionale Magistrati, il quale – contro il leader della Lega Matteo Salvini – ha dichiarato “Siamo  tutti con te Patronaggio“. E ha chiuso l’intervento accostando i termini tangentopoli e “palamaropoli”.

Al ché ha preso la parola la deputata di Forza Italia Giusi Bartolozzi per stigmatizzare le parole del critico dell’arte: “A me fa inorridire sentire un collega sostenere che i magistrati sono tutti mafiosi”. A questo punto  Sgarbi, come un fiume in piena, non ha più trattenuto gli insulti: prima contro la deputata Bartolozzi e poi anche contro la vicepresidente della Camera Mara Carfagna appellandole come “str…e”, “tr…” e  continuando con dei sonori “vaff…”. Ripreso più volte da Carfagna che lo ha invitato – con decisione ma sempre educatamente – ad abbandonare l’Aula della Camera, Sgarbi si è rifugiato tra i banchi della Lega e ha continuato a lanciare insulti contro le due donne. A quel punto Carfagna si è vista costretta a chiedere l’aiuto degli assistenti parlamentari che hanno dovuto portare via di peso Sgarbi. La vicepresidente, infine, ha concluso: “L’onorevole Sgarbi è stato allontanato perché ha pronunciato parole irripetibili. Il rispetto, in quest’Aula è dovuto e ascoltare insulti ripetuti verso una donna è inaccettabile. Per quanto riguarda le parole contro i magistrati, l’onorevole Sgarbi se ne assume la responsabilità e non c’è, da parte della presidenza, il dovere di stigmatizzarle”.

Alla fine il decreto Giustizia – riferisce Open – è stato approvato con 256 voti favorevoli, 159 contrari e 4 astenuti. Il Ministro della Giustizia Alfonso Bonafede ha espresso solidarietà alla deputata Bartolozzi e alla vicepresidente Carfagna.

Fonte: La Stampa, Open, Repubblica

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Leggilo.Org scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]

Se hai idee diverse dalle nostre puoi contribuire ai contenuti di questa pagina scrivendo per 'ControLeggilo' una rubrica dedicata alle tue opinioni. I contributi migliori saranno pubblicati. Scrivici al seguente indirizzo: [email protected]