Il Cardinale Bassetti: “Non celebrare la Messa a Pasqua è doveroso rispetto per chi combatte il virus “

0
2

Il cardinale Gualtiero Bassetti, presidente della Cei, ha spiegato che non celebrare la Messa durante la Settimana Santa e le festività pasquali è un atto dovuto e di rispetto nei confronti di quanti lottano in prima linea nel fronteggiare l’emergenza Coronavirus. 

Cardinale Bassetti chiese Pasqua - Leggilo

Riaprire le Chiese per Pasqua. La proposta lanciata da Matteo Salvini non fa presa né tra gli esponenti della politica né tra i cattolici. “Si può andare dal tabaccaio ma per molti è fondamentale anche la cura del’anima oltre alla cura del corpo“, ha detto il leader della Lega lanciando l’appello ai vescovi e proponendo di celebrare la messa rispettando le distanze, con mascherine e guanti e in numero limitato. “La Santa Pasqua può essere un momento di speranza da vivere”, ha proseguito Salvini, come riporta Tgcom24.

Una proposta che ha incontrato l’opposizione del Presidente della Lombardia Attilio Fontana, che ha ricordato le misure restrittive previste nel Dpcm. Giulio Gallera, assessore regionale al Welfare, ha parlato di un’idea bella, ma rischiosa e non semplice da realizzare. Più diretto il l Governatore del Veneto Luca Zaia. “So che molti cattolici chiedono la riapertura o la possibilità di celebrare la Pasqua. Ma, oggettivamente, ricordo che l’Istituto superiore di sanità disse assolutamente no”. Anche Manlio Di Stefano, sottosegretario agli Esteri del M5s, ha bocciato la proposta via Twitter: “Ci manca solo riaprire le chiese e quindi duplicare i casi di contagio. Dio preghiamolo da casa, lasciamo alla scienza dirci come fermare il virus”.

Negativo anche il parere del Primo Cittadino di Napoli Luigi de Magistris. “È davvero sorprendente questa illuminazione mistica sulla via Padana di Salvini, che ho visto adesso si è innamorato di corone, santi e chiese. Penso che sia nell’ordine naturale delle cose che le processioni e le messe siano ancora tenute sospese”, ha commentato.

La proposta di Matteo Salvini non ha fatto presa neanche sugli esponenti del mondo cattolico. In un’intervista al Corriere delle Sera riportata da Agi, il Cardinale Gualtiero Bassetti, presidente della Cei, si è detto dispiaciuto dal modo in cui stiamo vivendo la Settimana Santa, uno dei periodi più importanti per i fedeli. “Ciò non significa rinunciare a vivere appieno questi giorni. Dov’è la nostra fede? Nella parola o in un luogo?”, ha commentato il prelato. Secondo Bassetti, infatti, l’impossibilità di poter partecipare alle Messe di Pasqua quest’anno è un atto di generosità, “è un nostro dovere” ha aggiunto, una doveroso rispetto verso quanti, nell’emergenza, sono attivi in prima linea.
Quanto alla richiesta del leader della Lega Matteo Salvini di celebrare la messa a Pasqua, il Cardinale Bassetti ribatte: “Più che soffiare sulla paura, più che attardarci sui distinguo, più che puntare i riflettori sulle limitazioni e sui divieti, la Chiesa sente una responsabilità enorme di prossimità al Paese”.

Anche il Cardinale Matteo Maria Zuppi, dal 2015 arcivescovo di Bologna, informa SkyTg24, sembra rispondere all’ex Ministro dell’Interno: “Anche a me piacerebbe poter celebrare la settimana Santa e la Pasqua con la comunità”, dichiara Zuppi. “Rischiare, però, è pericoloso e le regole vanno rispettate e anche la Chiesa ha il dovere di farlo”, prosegue invitando a riscoprire in questi giorni di limitazioni la preghiera e la fede pur restando in silenzio.

Secondo Zuppi, quello che stiamo vivendo ci chiede di “diventare persone interiori, perché finita l’emergenza sappiamo cambiare noi stessi e il mondo intorno per davvero, liberi dal piegare tutto all’io e ai nostri interessi individuali”. La situazione attuale, infatti, potrebbe renderci più consapevoli: dovremmo cioè fare tesoro di una lezione così severa. “Se è vero che nulla sarà più come prima, anche noi dovremo essere migliori”, conclude il cardinale. Su Twitter, anche don Dino Pirri ha detto la sua scagliandosi contro Matteo Salvini. La proposta, quindi, è bocciata da ogni parte.

Fonte: Agi, SkyTg24, Tgcom24, Manlio di Stefano Twitter, don Dino Pirri twitter

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui