Giuseppe, parte con la sorella per recuperare la salma del fratello. Si ammala e muore

0
2

Giuseppe Larotonda, 38enne vigile lucano, è deceduto, e anche sua sorella è positiva. Avrebbero contratto il virus a Parma, dove erano andati a recuperare il feretro del terzo fratello. 

Coronavirus, deceduto il 38enne vigile Giuseppe Larotodona in Basilicata - Leggilo.org

Una notizia tragica ha scosso la Basilicata. Come scrive Fanpage, Giuseppe Larotonda, di 38anni, è deceduto presso l’Ospedale San Carlo di Potenza a causa delle complicazioni respiratorie dovute al Covid-19. Larotonda era stato ricoverato due settimane fa, ma negli ultimi giorni le sue condizioni di salute si sono aggravate, fino a richiedere il trasporto in terapia intensiva. Ma per Giuseppe non c’è stato nulla da fare. Impegnato nel sociale e anche in politica, il 38enne era originario di Rapolla, piccolo Comune di appena 5mila abitanti in provincia di Potenza, e lavorava come vigile urbano a Melfi, sempre nel potentino. Larotonda non aveva patologie pregresse, ed era un uomo che, anche per l’occupazione che svolgeva, praticava sport. Lascia una bambina piccola, avuta appena due mesi fa. Si tratta del decimo decesso in Basilicata.

Come aggiunge Corriere Adriatico, Giuseppe e sua sorella avrebbero contratto il virus a Parma. Un mese fa circa, i due erano partiti alla volta della città emiliana per riportare a casa il corpo del loro terzo fratello, deceduto a causa di una grave forma di fibrosi cistica. I due, dopo alcuni giorni, hanno iniziato a manifestare i primi sintomi del Covid-19. Giuseppe, da tutti conosciuto come Pino, non ce l’ha fatta, mentre la sorella è in condizioni stabili. Tantissimi i messaggi di cordoglio e solidarietà alla famiglia Larotonda, che in un mese ha visto strappare da questo mondo due suoi figli.

 

Fonte: Fanpage, Corriere Adriatico

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui